Cinque consigli per essere single e godersi la vita

Cinque consigli per essere single e godersi la vita

Avevamo già predetto che la vostra storia d’amore, con ogni probabilità, sarebbe finita male. Adesso, però, vi proponiamo dei consigli per vivere alla grande la vita da single. Non è così male come sembra, soprattutto per chi ha il cuore spezzato. Ci sono alcune cose che vi consigliamo di fare per godervi la vita.

Resta single per almeno tre mesi

Il “single da poco” è in fase poco equilibrata, tendente a un mix irragionevole di depressione e di incauto ottimismo che a volte sfocia in deliri di potenza. Meglio restare tranquilli. Con tranquillità, non cercare subito qualcuno che possa riempire il vuoto creato, il famoso surrogato, il sostituto. Meglio cercare di fare, o in certi casi di tornare a fare, le cose che ti rendono più felice. Datti del tempo, agisci con calma. Non pensarci più.

Fai un viaggio con i tuoi amici/le tue amiche

Cose che prima non potevi fare, se non a prezzo di una fitta trattativa, ora si possono fare in piena libertà. Il lato positivo è quello. Si possono ritrovare vecchi amici che si erano trascurati per ragioni di tempo, si può andare dove si vuole, senza per forza includere incontri romantici. Può succedere, ma meglio non pianificarli.

Fai un weekend con una coppia sposata

Aiuta molto. Pochi giorni per non disturbare, ma anche sufficienti per osservare i tuoi amici nella loro vita insieme. Sarà un buon modo per ricordare i lati migliori di una relazione ma anche quelli peggiori: i litigi, i compromessi dolorosi, i problemi, le discussioni, le tensioni. Un modo per evitare di ricascarci troppo presto. Prima o poi sì, ma meglio poi e non prima.

Fai un viaggio da solo

Insomma, la mutatio loci è molto raccomandata, alla faccia di Seneca che ricordava che animum debes mutare, non caelum. Ma anche cambiare cielo non fa poi così male. Con gli amici di sempre, con una coppia, anche da soli. Il viaggio è sempre un’occasione per scoprire cose nuove e per mettersi alla prova. Alla fine si tornerà sempre da dove si è partiti. Ma si sarà diversi, cambiati e molto molto più soddisfatti.

Essere pignoli

In generale, se una storia finisce, oltre a essere colpa della statistica, è anche responsabilità dei due componenti. Uno dei due sei tu. Forse era male assortita fin dall’inizio. Ripercorrere gli errori fatti è solo farsi del male, se non si tiene conto di una lezione importante: non cedere subito. Imparare a dire no, non farsi male, non giocare col fuoco. A questo, nella sostanza, serve essere single. A migliorarsi e a godersi la vita.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta