A caccia della corazzata Germania

A caccia della corazzata Germania

A San Paolo, tra qualche ora, Olanda e Argentina si affronteranno nella seconda semifinale del Mondiale, e la vincente contenderà poi il titolo alla Germania il prossimo 13 luglio a Rio de Janeiro. Certo, se non ci fosse di mezzo la finale forse qualsiasi squadra in questo momento farebbe volontieri a meno di affrontare i tedeschi. La squadra di Löw ha polverizzato il Brasile con un perentorio 7-1, candidandosi come favorita per la vittoria finale.

A vedere le partite giocate fino ad ora da Argentina e Olanda poi, sembra che nessuna delle due semifinaliste possa impensierire minimamente la formazione tedesca. Messi e compagni dovranno spolverare un repertorio di qualità certamente superiore rispetto a quello messo in mostra finora, se non vorranno essere liquidati in fretta come i tanto odiati cugini brasiliani. Stesso discorso vale per i tulipani: dopo una partenza col botto nella fase a gironi, dove la truppa di Van Gaal ha chiuso in testa a punteggio pieno, nella fase a eliminazione diretta l’Olanda ha faticato non poco battendo prima di misura il Messico agli ottavi, e poi superando soltanto ai calci di rigore la sorprendente Costa Rica.

Ecco perché questa sera sia Olanda che Argentina avranno la possibilità di rispondere a tono alla prestazione maiuscola della Germania, e magari cercare di regalare ai tifosi di tutto il mondo un incontro spettacolare come quello della finale 1978, in cui Kempes e compagni ebbero la meglio sugli avversari.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter