Caro direttore, Fabrizio Corona merita i domiciliari

Caro direttore, Fabrizio Corona merita i domiciliari

Come la pensano gli italiani lo si può comprendere anche dalle lettere ai giornali. C’è un sito, in Italia, che, quotidianamente, pubblica le lettere più interessanti, www.carodirettore.eu, nato per iniziativa dell’Azienda di soggiorno e turismo di Bolzano. Linkiesta ne propone qualcuna, rimandando al sito i lettori che vorranno avere un panorama ancora più vasto di ciò che gli italiani scrivono ai giornali, quotidiani e periodici.

I Tg in silenzio sulla morte di una poetessa
I telegiornali in notizia di apertura, televideo tra le notizie riassuntive della giornata, non ritengono di dover annunciare la morte della poetessa Maria Luisa Spaziani. Già, non è una rockstar o un giocatore di calcio, nè attrice. Diceva bene quando scrisse: il meglio della seppia è l’osso, il resto lasciamolo ai cuochi .

Monica Bonsaver, Repubblica, 2 luglio

Numero verde? L’Agcom non ce l’ha
Insolentito da due sgradevoli episodi da parte di un operatore telefonico che ha compiuto un paio di addebiti selvaggi — e che, tra le altre cose, impone di registrarsi sul proprio sito per fare un reclamo senza nemmeno darti la possibilità di completarlo! — decido di interpellare l’Agcom e scopro che esiste un numero verde, ma che é utilizzabile solo da rete fissa, mentre i cellulari devono chiamare gli uffici di Napoli! Qualcuno mi può spiegare il senso di tutto ciò? Ma l’Agcom non dovrebbe tutelarci dalle scorrerie delle aziende telefoniche?

Fabio Ferraro, Repubblica, 2 luglio

Azioni di commando (e in segreto) contro gli scafisti
L’operazione “Mare nostrum” suscita legittimo orgoglio per la marina militare che salva e l’Italia che accoglie i disperati. Tuttavia la brutalità e l’ingordigia degli scafisti non possono essere represse da occasionali arresti a cose fatte. È evidente che costoro sono parte di un’industria, come i negrieri d’un tempo. Senza la connivenza e la cointeressenza delle autorità locali, il traffico sarebbe impossibile. Nell’immediato, i barconi individuabili vuoti sulle coste di partenza devono essere distrutti da azioni di commando. Ne abbiamo gli uomini e i mezzi e il diritto. Ovviamente uno Stato degno del nome queste cose le fa e non le dice. Gli scafisti e i loro manutengoli capirebbero l’antifona. E anche le autorità del posto. Nato e Ue non ci aiuteranno. Dobbiamo farlo da soli. E le lacrime sono di coccodrillo.

Pietro di Muccio de Quattro, Corriere della sera, 2 luglio

Fabrizio Corona come la Franzoni, meriterebbe i domiciliari, mobilitiamoci
Ora che è ufficiale che la signora Franzoni, condannata con sentenza passata in giudicato per aver ammazzato il proprio figlio sconterà dieci anni di arresti domiciliari con possibilità di uscire quattro ore al giorno (in pratica ciò che fa una normale casalinga che non ha ammazzato il proprio figlio), chiedo di aprire una campagna per far liberare Fabrizio Corona, il quale non ha ammazzato nessuno e, al massimo, si merita una buona dose di scappellotti. Il fatto che nessun giudice si renda conto della scala dei valori delle pene in relazione ai reati rappresenta la mostruosità principe della nostra giustizia. E se veramente siete fuori dal coro, datevi da fare.

Mimmo Marchese, Il Giornale, 2 luglio

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter