Cartoline dal futuro, quando le città saranno sommerse

Cartoline dal futuro, quando le città saranno sommerse

Come sarà Londra nel futuro? Allagata. Lo scenario che si prospetta sulla base delle proiezioni scientifiche è spaventoso quanto incerto. Per farci un’idea più precisa possiamo utilizzare le “cartoline dal futuro” degli artisti britannici Robert Graves e Didier Madoc-Jones.

Nella loro ricostruzione, intitolata “Postcards from the Future” Londra sembra una nuova Venezia, piena d’acqua e navigabile. Intorno al Parlamento ci sarebbero campi coltivati a riso, nell’ottica di una nuova organizzazione della produzione e del lavoro, che sarebbe più locale – i grandi sistemi globali, nel frattempo, saranno crollati.

Una distopia? Un disastro? Qualcosa di più: un elemento da considerare per riflettere su dove sta andando il clima, sull’impatto dell’uomo sull’ambiente e sui danni che potremo fare a noi stessi. O meglio, ai nostri nipoti (che potrebbero non perdonarcela).

1) Glacial Thames © Robert Graves and Didier Madoc-Jones

2) Parliament Square Water Crisis Centre © Robert Graves and Didier Madoc-Jones

3) Piccadilly Circus Water Lilies © Robert Graves and Didier Madoc-Jones

4) St Paul’s Monkeys © Robert Graves and Didier Madoc-Jones

5) ‘RIO+20+20′ © Robert Graves and Didier Madoc-Jones

6) Thames Tidal Power © Robert Graves and Didier Madoc-Jones, aerial photography Jason Hawkes

7) Whitehall Tornado © Robert Graves and Didier Madoc-Jones

Ringraziamo gli autori per averci permesso di pubblicare le immagini. Altri esempi si trovano qui.

Il progetto ha anche un account Twitter

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta