«Cori razzisti contro 11enni, siamo una società malata»

«Cori razzisti contro 11enni, siamo una società malata»

Come la pensano gli italiani lo si può comprendere anche dalle lettere ai giornali. C’è un sito, in Italia, che, quotidianamente, pubblica le lettere più interessanti, www.carodirettore.eu, nato per iniziativa dell’Azienda di soggiorno e turismo di Bolzano. Linkiesta ne propone qualcuna, rimandando al sito i lettori che vorranno avere un panorama ancora più vasto di ciò che gli italiani scrivono ai giornali, quotidiani e periodici.

Repubblica 8 aprile

Quelli che… vanno al cinema con due cani lupo, razza mongola

Domenica sono andato al cinema Il Portico di Firenze dove si proiettava “L’ultimo lupo”. Insieme a me sono entrate due persone con due grandi cani lupo al guinzaglio senza museruola. Credo che i due animali dal manto argenteo appartenessero alla razza dei lupi mongoli o dei Carpazi, come gli “interpreti” del film. Padroni e animali si sono accomodati in mezzo agli spettatori nella piccola sala che, fra l’altro, era piena. Alle mie rimostranze, la direttrice di sala ha risposto che i cani erano buoni e bisognava essere tolleranti. Dopo due ore di spettacolo, i padroni non si sono preoccupati di ripulire il pavimento dagli avanzi di cibo dato ai cani. Se la convivenza in ambienti chiusi e affollati dovesse essere il nostro futuro, sarebbe opportuno mettere all’ingresso dei cinema cartelli “Accesso consentito a uomini e animali”, di modo che il cittadino, entrando, non si debba meravigliare.

Massimo Casprini, Firenze

Il turismo alla prova del fattore gabinetto

A Pasquetta ho visitato il Mausoleo di Teodorico a Ravenna. Ho trovato i bagni in uno stato indecente: senza carta, cestini stracolmi, cumuli di carta utilizzata a terra, pavimenti e lavandini sporchi. Ho fatto presente all’addetta della biglietteria la situazione, mi ha risposto che c’erano molti turisti (!) e non era passato nessuno a pulire. In biglietteria c’erano due persone, una per i biglietti e l’altra sostava nell’area. All’ingresso del mausoleo due addetti. La pulizia dei bagni non compete loro, ma il rifornimento di asciugamani e carta, in periodi turistici, non può essere effettuato, in via eccezionale? A maggio, per l’Expo arriveranno migliaia di turisti, questa sarà l’accoglienza?

Lucia Cesari, luciabiobio@libero. it

Fermandomi con una prostituta (non sapevo lo fosse), ho rischiato la multa

Ho 68 anni e giorni or sono andavo da Roma ad Anzio. Le strade provinciali sono disseminate di prostitute e nessuno ci bada più. Non mi era mai capitato di notare un saluto da parte di una signora, alla fermata di un autobus, con al guinzaglio un cagnolino. Pensando si trattasse di una conoscenza fatta ai giardini (anche io ho un cagnolino), mi sono fermato. Ma era una prostituta. Sono ripartito e non ci ho pensato più. Nei giorni seguenti ho letto di un signore di Genova multato per la norma anti- lucciole. E ho capito di aver avuto fortuna. Se mi avessero fermato le forze dell’ordine, chi mi avrebbe creduto?

Sergio E., Roma

Il Giornale 8 aprile

Perché non c’è un bancomat che dispensa le monete?

Perché le banche non hanno ancora inventato dei bancomat dove poter prelevare piccole somme in moneta? Potrebbero accedervi anche i bambini, imparando il valore dei soldi. Ma anche gli adulti che al momento di prendere la metropolitana, la sera, per esempio, si trovano con tagli da venti euro e senza monete in tasca.

Clara Bertoncelli, Milano 

Corriere della Sera 8 aprile

Comuni e Regioni piangono per il Def ma di sprechi ne hanno tanti

I comuni e le regioni piangono per i tagli previsti nel Def (Documento di economia e finanza), ma tagliare le consulenze, vendere o chiudere le municipalizzate/ partecipate, aderire ai costi standard, impedire le ruberie, rendere più efficente la macchina amministrativa, fondersi con altri comuni ecc ecc. non sarebbero un grande vantaggio per tutti?

Franco Sarto, Arese (Mi)

I cori razzisti dei genitori ci dicono quanto la società sia malata

Se i genitori che hanno inscenato cori razzisti nei confronti di calciatori di 11 anni riusciranno a dormire sonni tranquilli, smettiamo di domandarci come mai la società in cui viviamo sia così malata dal punto di vista morale.

Lodovico Novara, lodovico.novara@fastwebnet.it