Il Ttip? È già roba vecchia: molto meglio il Tfta

Il Ttip? È già roba vecchia: molto meglio il Tfta

Preoccupati per il Ttip? Angosciati dal Tpp? Errore. Il mondo sta per conoscere un’area di libero scambio delle merci che è più grande – per popolazione, non per volume – dell’Unione Europea e del Nafta: è il Tfta, cioè Tripartite Free Trade Area, un accordo che riunisce insieme ben 26 Paesi africani, per un totale di 600 milioni di persone. Si firmerà tutto il dieci giugno, al Cairo.

Se ne parla poco, eppure coprirà il 58% dell’intera attività economica africana, più o meno mille miliardi di Pil. Poco? Tanto? Di sicuro aiuterà l’economia del continente a crescere. Questi sono i Paesi interessati (e nella mappa manca il Sud Sudan):

L’accordo è definito tripartito perché riunisce tre comunità di scambio già esistenti, come il South African Development Community (Sadc), il Common Market for Eastern and Southern Africa (Comesa), e la East African Community (Eac). In attesa del Ttip, allora, è bene tenere d’occhio cosa succede laggiù.