Incantare tutti con l’arcobaleno lunare

È un fenomeno raro: è come un normale arcobaleno, ma funziona di notte con la Luna piena. Ed è molto, molto suggestivo

Chi volesse stupire il partner e incantarlo, può ancora contare sui poteri della natura e del paesaggio. In particolare, può affidarsi alla bellezza remota di un arcobaleno lunare.

È un fenomeno piuttosto raro, in realtà. È come un arcobaleno, cioè aria ricca di gocce d’acqua che irradiano la luce e ne scompongono lo spettro, ma avviene con la Luna. Questo richiede alcune circostanze specifiche: cioè che sia notte (ovvio), che ci sia luna piena, che sia a una certa altezza rispetto a terra (per cui non può avvenire che entro due-tre ore dal tramonto e/o due-tre ore dall’alba) e che ci sia stato un temporale, con gocce diffuse nell’aria. Altro che arcobaleno normale.

L’effetto, poi, sarà un po’ diverso. Visto che la luce è fioca, non si vedranno i colori a occhio nudo, ma solo se si utilizza una macchina fotografica a lunga esposizione. Il risultato sarà un arco bianco che solca la notte. È comunque suggestivo. Per una proposta di matrimonio è un’idea, ma se si ha fretta è meglio non aspettare troppo. Le condizioni ideali potrebbero non combinarsi.

Nel mondo, i posti migliori per assistere a un arcobaleno lunare sono lo Yosemite National Park, in California, o le cascate di Cumberland, vicino a Corbin, nel Kentucky. Se no, si può andare in Africa, al confine tra Zambia e Zimbabwe, dove ci sono le cascate Vittoria. Per chi ha intenzione di viaggi meno lunghi, ci si può accontentare dei Laghi Plitvice, in Croazia.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter