Un nuovo rilevatore di setticemia riduce i tempi di diagnosi da giorni a ore

La sepsi colpisce ogni anno più di un milione di persone nei soli Stati Uniti, e la diagnosi può richiedere cinque giorni. Un nuovo strumento permette di ridurre questi tempi a cinque ore

Gli ospedali stanno cominciando a utilizzare una nuova e potente arma contro la setticemia, la devastante condizione che ogni anno uccide il 25 percento delle vittime e costa agli ospedali miliardi di dollari. Nei soli Stati Uniti, più di un milione di persone viene infetto ogni anno, e la setticemia è responsabile di quasi metà dei decessi che avvengono presso le strutture ospedaliere.

Lo scorso autunno, la Food and Drug Administration degli Stati Uniti ha approvato la nuova tecnologia, sviluppata dalla T2 Biosystems per diagnosticare i casi di sepsi provocati dal fungo della Candida, causa principale di setticemia fungina. Diversi ospedali hanno cominciato ad implementare il sistema, che si basa sullo stesso principio fisico della risonanza magnetica. Entro la fine dell’anno, la società spera di vendere la sua tecnologia ad almeno 30 ospedali del paese.

 https://www.youtube.com/embed/VDUHvB4yHTw/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

Intesa San Paolo, Vivi Digitale – MESSAGGIO PROMOZIONALE

La sepsi è una reazione distruttiva ad una infezione segnata da una violenta risposta infiammatoria attraverso il corpo. In assenza di cure, la sepsi può provocare il malfunzionamento degli organi e la morte. Il trattamento di un paziente affetto da sepsi richiede una accurata identificazione del batterio o organismo fungino alla base dell’infezione. Oggi, questo processo può richiedere almeno un giorno, e fino a cinque, il tutto mentre le condizioni del paziente vanno peggiorando. La T2 Biosystems sostiene che il suo innovativo rilevatore di agenti patogeni, denominato, T2 Magnetic Resonance (T2MR), riesca a identificare la causa nel giro di cinque ore.

La T2 Biosystems sostiene che il suo innovativo rilevatore di agenti patogeni, denominato, T2 Magnetic Resonance (T2MR), riesca a identificare la causa nel giro di cinque ore.

I medici sono soliti somministrare ai pazienti colpiti da setticemia una dose immediata di un cosiddetto antibiotico ad ampio spettro che uccide una varietà di batteri differenti, e identificare in seguito il germe responsabile prelevando un campione di sangue e conducendo un test di laboratorio denominato emocoltura.

Continua a leggere su technologyreview.it

Le newsletter
de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter