Qual è la canzone più ascoltata nella storia?

Potrebbe essere Yesterday, ma non lo è. Potrebbe essere la hit dei Righteous Brothers, ma non lo è. È un’altra canzone, ma non ne sarete contenti

Quando si scopre che “Torn”, la hit (forse l’unica) della cantante Natalie Imbruglia, è stata trasmessa nella sola Australia 75 volte al giorno per dieci lunghissimi anni, la questione si fa seria. Possibile? Ebbene sì. Se si va a vedere quali sono le canzoni più trasmesse in radio e tv nella storia, ci sono conferme e sorprese. Alcune spaventose.

 https://www.youtube.com/embed/VV1XWJN3nJo/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

Da quando venne trasmessa la prima volta, la hit dei Beatles è stata “suonata” almeno sette milioni di volte. Escluse le esecuzioni private, i canti in compagnia e i karaoke su isole sperdute nei mari del Vietnam. Yesterday è una delle canzoni più amate e più cantate, per cui non è ua sorpresa. Eppure ci sono altri che la battono.

 https://www.youtube.com/embed/04OAo2O708Q/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

Ad esempio, The Righteous Brothers, con “You’ve Lost That Loving Feeling”, stravincono. Almeno otto milioni di ascolti, fin dal 1964. Se si calcola che Yesterday è uscita l’anno successivo, si capisce che i Fab Four dovranno faticare ancora a lungo per pareggiare (e poi c’è stato Top Gun, e le donne che sognano con Tom Cruise che canta). Ma per la vetta, be’, meglio non pensarci.

 https://www.youtube.com/embed/HDi7qOhECW8/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

Come spiegano a This Exists, la canzone più sentita (trasmessa) al mondo è una canzone che odiano tutti. Ed è questa. Sì, il mondo è piccolo.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta