Origine del mondo: la Terra è composta da due pianeti

Lo sostiene su Science un gruppo di scienziati, dopo aver analizzato gli isotopi dell’ossigeno di Terra e Luna. Circa 4,5 miliardi di anni fa ci fu una collisione tra due pianeti: e il risultato è sotto il nostro naso

Pensavamo fosse un pianeta e invece erano due. Come se non bastassero le divisioni su questa Terra, si scopre che ce n’è un’altra. Di divisione, sì, ma anche di Terra. In origine, pare, le Terre erano due: cioè due distinti pianeti che circa 4,5 miliardi di anni fa si sono scontrate e fuse insieme. La collisione, pare, avrebbe dato origine anche alla Luna.

Secondo gli scienziati (la ricerca è proposta su Science Alert, per cui sembra affidabile), tutto comincia quando Theia, un pianetino (anzi, nemmeno un pianeta: un proto-pianeta) viene a sbattere contro la Terra (che, va detto, non era come la conosciamo oggi). Tempo fa si credeva che l’impatto fosse stato leggero, quasi un urto quando si scende dalla metropolitana. E invece sarebbe stato un vero e proprio scontro. Il risultato è sotto i vostri piedi.

Lo si è capito analizzando gli isotopi di ossigeno presenti sulle rocce vulcaniche terrestri e quelle lunari, portate sulla Terra con le varie missioni Apollo. Il risultato ha mostrato che esiste una traccia unica, un’impronta di ossigeno che può nascere solo se la materia tra Theia e la Terra si mescola in poco tempo, proprio come in un incidente frontale cosmico.

Se non fosse stato così, le rocce avrebbero avuto percentuali di isotopi di ossigeno diverse, cioè non equilibrate.

Insomma, uno scontro frontale e una fusione che sembra più un’acquisizione: Theia si è mescolata con la materia terrestre, e non si distingue una differenza (confine, cicatrici) con la Terra. Dopo un lungo viaggio nello spazio, è rimasta inglobata nel nostro pianeta. È viva e continua a girare insieme a noi.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta