Fate musica in ufficio: è arrivato Chrome Music Lab

il nuovo programma sperimentale di Google permette di insegnare (e imparare) i fondamenti della teoria musicale attraverso una serie di giochi

State facendo qualcosa di importante? Preparatevi a procrastinarla. Oppure il nuovo Chrome Music Lab creato da Google lo farà per voi. È un progetto creato a Mountain View, e messo a disposizione degli studenti, per insegnare (in realtà, a tutti), i fondamenti della teoria musicale. Che significa?

Come è noto, programmi per mettere insieme suoni e ritmi non sono una novità. Esistono, se si può dire, fin dai primi computer. Chrome Music Lab, però, li raduna tutti insieme. Si può suonare e comporre melodie, mettere insieme ritmi nuovi, giocare tra le varie sezioni di percussioni.


Oppure ancora immaginare musiche create attraverso disegni (è il caso di Kandinski), e se si è più tradizionalisti, seguire le riproduzioni degli arpeggi grazie alle classiche tastiere da pianoforte. E poi ci sono spettrogrammi, e scimmie che suonano i tamburi. La visualizzazione è accompagnata da spiegazioni teoriche. Che dire? Il concerto comincia da qui.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter