La mappa mondiale degli amori a distanza

Paesi diversi, continenti, montagne e oceani non bastano per dividere due cuori che si amano. Se poi ci sono i voli intercontinentali e le connessioni internet le cose si fanno più facili. Sono sempre di più le persone che si amano da lontano

L’amore non ha età, non ha limiti e soprattutto non ha confini. Le storie a distanza, di persone costrette a vivere, per varie ragioni, in Paesi diversi, sono tante. Sono situazioni diverse: persone che sono cresciute insieme e che poi si son dovute separare (ma non nell’affetto), persone che si sono incontrate per caso, magari lungo il tragitto di un viaggio, e si sono legate. Altre storie raccontano coppie separate dalla burocrazia (ad esempio il visto per il permesso di soggiorno, in particolare negli Usa) o dagli impegni di lavoro, amori che corrono lungo il filo delle differenze religiose, culturali, etniche. Fidanzati che passano la vita in tutti gli angoli della Terra, perfino in quelli più remoti come l’Antartide.

È il risultato di un sondaggio che il magazine online AtlasObscura aveva lanciato lo scorso San Valentino ai suoi lettori. Pregava tutti coloro coinvolti in storie a distanza di raccontare le loro esperienze. Hanno risposto in 600, coprendo ogni parallelo e ogni meridiano del pianeta. Purtroppo, fa notare il sito, non tutte le coppie sono sopravvissute da quel momento. Altre, chissà, staranno finendo proprio in questo momento. Ma, c’è da essere ottimisti, forse alcuni si riuniscono proprio ora (e la nuova convivenza potrebbe essere anche un problema, visto che erano ormai abituati a vivere lontani).

Le abitudini degli amori lontani sono tutte molto simili. Si cerca ogni momento libero per vedersi, si pianificano in anticipo gli incontri, soprattutto si vola molto (anche se in tanti, specie quelli che non vivono in continenti separati, fanno lunghi viaggi in pullman – che hanno, tutto sommato, una loro dose di romanticismo). Si chatta, ci si scrive, si discute online. Quando si riesce, ci si vede. Altrimenti, tra un volo e l’altro, tra un pensiero e l’altro, si va avanti sapendo che un pezzo di sé si trova molto lontano. E vive, tutto il giorno, sotto un altro cielo.

Clicca qui per guardare la mappa interattiva.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta