Ma è poi vera quella teoria dei sei gradi di separazione?

È tornata di moda nell’epoca dei social network. C’è chi conosce qualcuno che conosce qualcuno che conosce Obama. Ma funziona davvero? E per tutti?

Narra la leggenda che tutte le persone del mondo sono collegate tra loro con almeno sei gradi di separazione. Tutti, da Obama al più povero pescatore del Kerala, sono collegati. Attraverso amici che conoscono amici che conoscono amici, si può costruire un filo di rapporti in grado di unire tutte le persone del mondo. Ma è vero?

In linea teorica sì: se ciascuno ha, diciamo, almeno 44 amici, il calcolo (piuttosto veloce) porta a oltre sette miliardi di persone. Che corrisponde, più o meno, alla popolazione sulla Terra. Il problema è quell che succede in linea pratica. Funziona?

Questo simpatico video lo mette alla prova. Lo ha realizzato Derek di Veritasium, mettendo in fila tutti le scoperte scientifiche dietro a questa teoria. Si comincia con alcune ipotesi risalenti agli anni ’60, di Stanley Milgram. E prima ancora quelli di Paul Erdos, che lo ha analizzato dal punto di vista matematico. L’applicazione contemporanea (cioè quella con i social network) sembra confermare, almeno in parte, questa lettura.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club