Il kit che permette al tuo cane di scattarsi i selfie

... e poi di inviarli sullo smartphone del padrone. È un’idea che sancisce la fine della civiltà occidentale, la quale tutto sommato poteva anche finire peggio

Tecnologia non è sinonimo di progresso. Anzi. Visto che la massa di gente schiava di selfie e selfie-stick non pareva sufficiente per sancire la fine della civiltà occidentale, ecco la prova definitiva e inconfutabile: il kit che permette al tuo cane di scattarsi selfie.

Lo ha creato la compagnia di comunicazione Twilio, sfruttando la tecnologia di Arduino (a proposito impieghi barbari di risultati nobili) e un po’ di codice (quello che negli Usa vogliono insegnare a scuola). Serve solo insegnare al cane un paio di cosette, come ad esempio accendere una luce, e il gioco è fatto: lo ha pensato lo sviluppatore Greg Baugues, mettendo insieme un kit variegato (c’è anche un bottone rosso) e fornendo, passo per passo, le indicazioni su come attivarlo. Si trovano su Mashable.

Alla fine anche il suo simpatico cane ha imparato la giusta mossa (premere il pulsante rosso) e ha potuto deliziare/divertire il suo padrone con un selfie diretto al suo telefono.

La civiltà occidentale è finita, sì. Ma poteva anche andare peggio.