Vuoi dimagrire? La cucina microscopica giapponese è la soluzione più efficace

... ma non è consigliata. Su un canale Youtube scorrono immagini di cucine con strumenti piccolissimi e porzioni delle stesse dimensioni. Funzionano come quelle più grandi, ma non in grado di soddisfare nessuno

Si mangia di tutto ma in quantità moderate. Anzi, lillipuziane. Come si vede su questo canale giapponesi Youtube, Miniature Space, i piatti sono completi. La cucina anche (non mancano né fornelli, né posate, né bicchieri). Solo, è tutto microscopico.

 https://www.youtube.com/embed/xqI0YFLAO0g/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

 https://www.youtube.com/embed/YS_vFarTZHQ/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

 https://www.youtube.com/embed/5Im6SONscvU/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

Gli okonomiyaki sono buoni, ma non sfamerebbero nessuno. Il sushi piace, ma non sazia. Piccoli sapori che, però, sono del tutto in linea con la cultura “riduzionista” dei giapponesi: come tutti sanno, è da lì che derivano i bonsai.

I micro-piatti e le micro-cucine sono opera di un’azienda nipponica chiamata Re-Ment. Non si tratta di un gioco (anche se potrebbe somigliare): gli strumenti funzionano. E richiedono una certa dose di manualità (come è ovvio) e di fantasia: è in questo modo che gli stuzzicadenti si trasformano in spiedi, le uova di quaglia sono più indicate rispetto a quelle di gallina. E i gamberetti? Così piccoli si trovano solo in alcuni acquari paticolari. Insomma, ci vuole estro, pazienza e una certa predisposizione per la puntigliosità. Poi, si può anche mangiare (e andare al ristorante per chiudere il buco nello stomaco).

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta