Vi siete sempre spruzzati il profumo nei posti sbagliati

Sul collo e sui polsi? Bravi, ma non basta. Secondo gli esperti sono molte di più le aree del corpo che vanno profumate, per mantenere un buon odore per tutta la giornata

Polsi e collo. La regola d’oro, dicevano, era spruzzare il profumo “dove si sentono le pulsazioni del cuore”. Perché insieme al calore emanato saliva l’aroma che circondava tutto il corpo. Ecco, è tutto sbagliato. O almeno, è sbagliato in parte.

Secondo alcuni esperti ci sono altre aree del corpo che vengono trascurate e che, al contrario, avrebbero molta più efficacia. Il profumo andrebbe spruzzato sull’ombelico, per esempio (e una grande sostenitrice di questa teoria è l’attrice americana Liv Tyler: “Da lì, come mi diceva mio padre, il profumo non se ne va via”).

Non solo. Secondo gli scienziati bisogna profumare anche l’interno dei gomiti e delle ginocchia, punti in cui il calore corporeo è molto forte e che si perpetua durate tutto il giorno.

E poi lungo la schiena. Sempre i soliti esperti fanno notare che i movimenti più semplici (camminare, sedersi) agitano l’aria intorno e diffondono un buon odore. L’importante, come sempre, è non esagerare.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta