Cosa bevono i ricchi: tre alcolici che costano milioni di dollari

Altro che rich kids. I veri ricchi si possono permettere bottiglie tempestate di diamanti. Perché si sa, se gli alcolici entrano in contatto con quelle pietre preziose, chissà perché, hanno un sapore migliore

Bere bene non è democratico. Certo, tutti possono permettersi una birra annacquata in locali di periferia, ma le vere delizie dell’alcol sono alla portata di pochissimi. E non si parla qui del solito champagne, del banale Dom Pérignon che i rich kids spruzzano in mare dalle loro barche. Sono altri i veri drink che costano veri dollaroni, roba che nessuno conosce. A parte il sito the Richest, che li raccoglie in una lista.

Al primo posto c’è una Tequila. Per la precisione, la Tequila Ley.925 Pasion Azteca Ultra Premium Anejo. Cosa ha di speciale? Non si sa, dal momento che nessuno la ha mai assaggiata e poi ne ha descritto il sapore. Di sicuro, il packaging è di tutto rispetto, perché la bottiglia più cara costa la bellezza di 3 milioni di dollari e mezzo e contiene 6.400 diamanti, il cui contributo al sapore del liquore non è noto. Per quella cifra, forse, è meglio comprarsi una distilleria intera e darsi all’ebbrezza.

 https://www.youtube.com/embed/2hCA8ffnrWE/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

Subito dopo, per chi vuole strafare ma non troppo, c’è l’Enrico IV Dudognon Heritage Cognac Grande Champagne. Un cognac con tante parole e pretese regali (perché altrimenti scegliere di chiamarsi Enrico IV?). Come ogni liquore che si rispetti, è invecchiato di 100 anni, ed è contenuto in una bottiglia d’oro e platino, con 6.500 diamanti come ornamento. Per averne una, basta spendere due milioni di dollari, centesimo più centesimo meno.

Infine, per i più pezzenti tra i ricchi, è consigliato un sorso di vodka. La Diva Vodka fa al caso loro. È filtrata tre volte (prima nel ghiaccio, poi nel carbone di betula e infine in una sabbia particolare con dentro gemme preziose) e si presenta nel migliore dei modi: una bottiglia con cristalli Svarovski (altro che diamanti) in mezzo. Li si può estrarre e usare come decorazione per i drink. Tanto, costa solo un milione di dollari.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta
Paper

Linkiesta Paper Estate 2020