Ricordate l’esperto della Bbc e (soprattutto) i suoi bambini? Ha spostato la webcam

Il web è andato in subbuglio per la decisione del professore esperto di Corea intervistato dalla Bbc di spostare la webcam. Ora non inquadra più, dietro di lui, la porta da cui entrarono a disturbarlo i bambini. Ma forse non è così

Non c’è bisogno di essere esperti di politica coreana per conoscere il professor Robert E. Kelly. La sua fama è scoppiata quando, durante un collegamento con la Bbc, la figlia ha fatto capolino nella stanza, con movenze simpatiche e giocose, fino a quando la madre, disperata, non l’ha trascinata fuori, insieme al fratellino.

Oltre ad aver suscitato risate e tenerezza in tutto il mondo, la scenetta è stata oggetto anche di analisi sociologiche, dovute al fatto molti utenti, per riflesso condizionato (e quindi razzista? O solo colonialista?) hanno assunto che la donna, in quanto coreana, non fosse la moglie ma la baby-sitter. La questione è stata chiarita in una serie di interviste successive, il professor Kelly si è goduto il suo quarto d’ora di gloria e, poi, come era giusto che fosse, è tornato nell’oblio (e ai suoi studi).

Ma a un certo punto è riapparso, e il web è impazzito di nuovo. Come mai? Semplice: aveva cambiato lo sfondo:

Dietro al volto serioso del professore non c’è più la porta (forse per evitare altri ingressi improvvisi dei figli disturbatori), ma una normalissima parete piena di libri. Gli utenti del web non hanno gradito: perché ha cambiato l’orientamento della webcam?

Dopo una serie di tweet di fan delusi, che rischiavano davvero di trasformare un simpatico professore del web, famoso per qualche minuto, in un mostro, è arrivata la risposta, a chiarire tutto:

Per fortuna. Quella non era la casa di Kelly, ma solo la residenza delle vacanze. Nessuna censura nei confronti dei bambini disturbatori, anzi. Con le loro movenze bislacche e tenerone continuano a restare nel cuore di tutto il mondo.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta