Altro che bitcoin, la Banca Mondiale lancerà il primo bond gestito tramite blockchain

Un processo più efficiente e con meno intermediari. Ecco perché la Banca Mondiale, che ogni anno rilascia più di 50 miliardi di bond per finanziare progetti di sviluppo, ha deciso di lanciare il primo bond che lascerà gestire le transazioni a una blockchain. Gli investitori approvan

KAREN BLEIER / AFP

La Banca Mondiale ha annunciato di aver assunto una delle principali banche australiane per gestire quella che descrive come “il primo bond a essere creato, allocato, trasferito e gestito” utilizzando una blockchain – uno dei segnali più chiari che la tecnologia sta diventando mainstream.

Il “bond-i”: La Banca Mondiale, che ogni anno rilascia intorno ai $50-60 miliardi in bond per finanziare progetti di sviluppo sostenibile nei paesi emergenti, ritiene che la tecnologia della blockchain possa rendere il processo più efficiente riducendo il numero di intermediari necessari. La banca non ha indicato quando partirà il “nuovo strumento di debito operato da blockchain” (che, apparentemente, prenderà il nome di una famosa spiaggia australiana), ma l’interesse degli investitori “è risultato forte”, stando a quanto riportato dai giornali.

Continua a leggere su Technology review

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Maggiori Informazioni