L’ultima tentazione di Facebook: la conquista dei nostri dati bancari

Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, il social network avrebbe contattato i principali istituti bancari. L'obiettivo? Offrire nuove funzioni tramite Messenger per le banche, che in cambio dovrebbero fornire dati su transazioni e bilanci

GERARD JULIEN / POOL / AFP

Stando al Wall Street Journal, la società avrebbe contattato JPMorgan Chase, Wells Fargo, Citigroup e US Bankcorp per discutere l’ipotesi di unire le forze con Facebook Messenger.

Perché? Facebook pare intenzionata a utilizzare queste preziose informazioni per sviluppare nuove funzioni, quali la possibilità per i suoi utenti di verificare il proprio conto o ricevere avvisi di tentata frode attraverso Messenger. In cambio, le banche dovrebbero fornire i dati inerenti le transazioni e i bilanci dei propri clienti. Il social network sostiene che queste informazioni verrebbero utilizzate solamente al fine di sviluppare le nuove funzioni, non per effettuare ulteriori campagne pubblicitarie mirate.

Continua a leggere su Technology review

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta