Questa ricerca ti dice quante pizze mangerai nella tua vita

Sono tante, tantissime. E per farlo ognuno spenderà migliaia di euro. Ma ne vale la pena: tranne per quella con l’ananas

Quando si parla di pizza, ogni Paese ha abitudini diverse: c’è chi preferisce quella tradizionale, chi ci aggiunge l’ananas, chi ama quella industriale e chi, invece (e a ragione) vuole solo quella preparata secondo un’antica e collaudata ricetta. Tutti quelli che la conoscono, però, la amano.

È partendo da questa premessa che il sito inglese VoucherCode.co.uk ha deciso di condurre un’indagine sull’atteggiamento dei britannici nei confronti della pizza. Per capire, in particolare, quante ne mangia un individuo in tutta la sua vita.

Il calcolo non può che essere sommario e impreciso. Basandosi sulle dichiarazioni di 2mila inglesi, si è stimato che una persona mangi 731 pizze in tutta la sua esistenza. In totale, 5847 fette. Spendendo, a testa, 9.725 sterline, quasi 11mila euro. Realistico? Verosimile? Si può applicare anche a Napoli? (Difficile: se ne mangia di più e costa molto di meno).

Lo studio si inoltra anche nei gusti preferiti: ai primi posti si trova la pizza ai funghi, ai peperoni, e quella con la mozzarella e il pomodoro – cioè la classica margherita. Subito dopo, però ci sarebbe l’ananas (eh, ma sono british: vanno capiti se non perdonati).

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta