Una cipolla così non l’avete mai vista

Se cercate un altro mondo in cui fuggire, non serve aderire a sette bizzarre e religioni millenarie: basta guardare nello spazio dell’infinitamente piccolo, nascosto perfino nel cibo quotidiano

Ogni cosa, vista al microscopio, mostra un mondo di meraviglie. Non sono da meno i cibi, anche i più comuni: se osservati da molto (molto) vicino lasciano vedere pianeti interi inimmaginabili. Le piccole bolle d’aria catturate nel miele si trasformano in pianeti di una galassia, e le cipolle in vedute sull’Antartide.

Come mostra questo video dell’artista e designer statunitense Steph Mantis, si può creare una magia affondando nel mondo in miniatura, poetico e magnifico, dei cibi di ogni giorno. Cercare un’altra realtà andando lontano spesso non serve: il nuovo pianeta potrebbe essere proprio di fronte al nostro naso, piccolo e impenetrabile tanto che i nostri occhi non lo possono cogliere.

In questo video veloce, non tutto è spiegato. Allo spettatore rimane il dubbio (e il dovere) di scoprire se ha visto un legume, o il nocciolo di un frutto.