Non sai cosa fare? Vota per l’orso più grasso dell’anno

Ogni anno il parco Katmai, in Alaska, organizza un concorso di bellezza con gli esemplari di orso conosciuti nella zona. Ognuno di loro, ben pasciuto, andrà in letargo a breve (e brucerà tutti i grassi)

Ingrassare va benissimo. Più si prende peso e meglio è. Ma attenzione: la regola vale solo se siete orsi bruni. Per loro non esiste il fat-shaming, anzi: più c’è grasso sotto la loro pelliccia e migliori sono le loro condizioni di salute. E più altesono le possibilità di sopravvivenza.

Al Katmai National Park and Preserve, in Alaska, lo sanno benissimo. Tanto che hanno deciso di organizzare la Fat Bear Week, con tanto di torneo per premiare “l’orso più grasso”.

Tutti possono partecipare votando fino a martedì 9 sulla pagina Facebook del parco: qui ogni orso candidato viene messo in mostra con due fotografie, che ritraggono i suoi miglioramenti (cioè peso in più) a partire dai mesi estivi.

È una situazione particolare, detta “iperfagia”, in cui mangiano il più possibile e in ogni occasione. Per gli orsi è importante fare scorta di grasso in vista dell’inverno, periodo in cui andranno in letargo, perché nei mesi passati nella loro tana perderanno un terzo della loro massa corporea.



Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta