Star warsAddio a Chewbecca: in suo onore, un filmato in cui si sente la sua vera voce

La lingua fatta di versi e grugniti parlata dal co-pilota di Han Solo era aggiunta in post-produzione. Durante le riprese, l’attore Peter Mayhew dialogava con Harrison Ford in inglese

da Wikimedia

Tutti gli appassionati di Star Wars hanno sofferto per la perdita. La morte dell’attore britannico ma naturalizzato americano Peter Mayhew, che impersonava Chewbecca (in almeno cinque film), l’amico “peloso” e co-pilota di Han Solo ha colpito tutti. L’uomo, noto per la sua grande altezza (raggiungeva i 2 metri e 18 centimetri, a causa della sindorme di Marfan), fin da subito era risultato il più adatto per quella parte. George Lucas aveva bisogno di una persona dalla statura elevata, e Mayhew era perfetto.

Per “inventare” la gestualità del personaggio, un wookiee dall’ampia abilità tecnologia, Mayhew aveva passato diverso tempo in uno zoo, imparando i movimenti di alcuni animali e riproducendoli, in una rivistazione originale, sul set. Anche il suo linguaggio, lo Shyriiwook ( fatto di ululati, versi e grugniti aggiunti in post-produzione), aveva colpito gli spettatori. Il senso di quello che diceva, inafferrabile altrimenti, veniva compreso solo attraverso le risposte di Han Solo.

Questo, allora, è un raro omaggio all’attore, al personaggio e alla serie tutta. Un girato in cui si sente Chewbecca parlare in inglese a Harrison Ford. Parlava per dare un contesto alle risposte di Ford. Un modo per sentire la sua vera voce (e il suo irresistibile accento dello Yorkshire).

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta