Mancate fusioniSaltata nella notte la fusione Fca-Renault

Da una parte le perplessità del Governo francese, dall’altra l’ostilità di Nissan (partner Renault). Risultato: stanotte i vertici Fca hanno ritirato la proposta. Il primo gruppo automobilistico mondiale non nascerà

AFP

Sarebbe stato il primo gruppo automobilistico mondiale, con 15 milioni di auto vendute all’anno. Ma la fusione tra Fca (ex Fiat) e Renault, è stata fermata

La proposta è stata ritirata nella notte, hanno fatto sapere i vertici di Fca. La casa torinese americana continua «ad essere fermamente convinta della stringente logica evolutiva di una proposta che ha ricevuto ampio apprezzamento sin dal momento in cui è stata formulata e la cui struttura e condizioni erano attentamente bilanciati al fine di assicurare sostanziali benefici a tutte le parti».
Lo stop alla fusione sarebbe dovuto da una parte alla perplessità dei politici francesi (la Francia è azionista importante di Renault), dall’altra alla ostilità, che molti analisti avevano messo in risalto del socio giapponese, della Nissan.

Immediato il contraccolpo a Wall Street, dove il titolo Fca ha perso il 3,71% nelle contrattazioni after hours

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta