TradizioniEl Salvador, la festa più pazza del mondo dove i partecipanti si lanciano palle di fuoco

È una manifestazione religiosa che commemora l’eruzione vulcanica del 1658. Potrebbe sembrare pericolosa ma gli spettatori non sembrano curarsene più di tanto

da Youtube

Esiste una festa dove le persone intingono palle nel cherosene, danno loro fuoco e se le lanciano uno contro l’altro. Pericoloso? Spaventoso? Come no, eppure succede, per la precisione nelle strade di Nejapa, a El Salvador, dove il festival Bolas de Fuego si basa proprio su questo: lanciare palle infiammate contro altre persone. E – cosa ancora più incredibile –i gli spettatori che guardano non sembrano nemmeno preoccuparsi dei rischi della manifestazione.

Accade ogni 31 agosto. La festa, che dura da quasi cento anni, è nata come commemorazione religiosa per ricordare l’eruzione vulcanica del 1658, che distrusse la città.

Le palle di fuoco che vengono scagliate simboleggiano, secondo la tradizione, le armi utilizzate all’epoca dal santo protettore del villaggio, San Gerolamo: calatosi all’interno della caldera, avrebbe combattuto contro il vulcano. Ma – a giudicare dagli esiti – perdendo.

Questo video, raccolto da Amelia Rayno, si possono ammirare le prodezze (e la pericolosità) della festa. E certo, con i volti coperti o truccati e le mani protette da guanti ben pesanti, a uno sguardo poco attento potrebbero sembrare dei comuni black bloc in una delle loro manifestazioni.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta