Scenari editorialiI 20 libri da leggere per cominciare il 2020

Saggi sugli Stati Uniti, analisi della politica italiana (ricordando Bettino Craxi). Con una sorpresa: Soros in persona risponde ai populisti. Nella narrativa torna Massimo Carlotto, si rivede Daniel Pennac e c’è il primo libro del “professore” Gian Arturo Ferrari

Dopo la corsa delle vendite natalizie, la rentrée letteraria di gennaio presenta alcune sorprese e diversi titoli interessanti.

QUESTA È L’AMERICA, di Francesco Costa (Mondadori)
Un viaggio nella vera America, molto diversa dal mondo che si è convinti di conoscere bene (colpa della grande influenza culturale e di consumi che esercita). Si scoprirà che molto di quanto si sa è costituito, in realtà, da luoghi comuni impasatati con qualche informazione concreta.

LA FINE DEL SECOLO AMERICANO, di George Packer (Mondadori)
L’autore, giornalista del New Yorker, attraverso la figura del diplomatico del dipartimento di Stato Richard Holbrook racconta la storia degli Stati Uniti, e quindi del mondo, di cui sono (o erano) «nazione indispensabile» (Madeleine Albright). Holbrook è stato presente in tutti i passaggi nodali della politica estera Usa dopo la Seconda Guerra Mondiale. E ha incarnato, vizi e virtù di un intero Paese.

QUESTE VERITÀ. UNA STORIA DEGLI STATI UNITI D’AMERICA, di Jill Lepore (Rizzoli)
Tra i migliori dieci libri del decennio, il volume esplora cinque secoli di storia americana seguendo la traiettoria (buona o cattiva) dell’esperimento americano, analizzandolo secondo i principi dei Padri fondatori.

STELLE CADENTI, di Annalisa Chirico, (Piemme)
I politici della nostra epoca durano poco, troppo poco. Si accendono di improvviso, emanano un forte bagliore e poi scompaiono. Realizzano cose piccole perché non c’è tempo per farne di grandi. Perché? Qui le risposte: un saggio sui leader provvisori e sulla politica istantanea. Il cui rimedio sarà nella triade-Draghi: passione, competenza, coraggio.

MELANIA TRUMP. LA BIOGRAFIA, di Kate Bennet (Piemme)
Biografia della First Lady americana: indecifrabile, enigmatica, fredda. Tra scandali, retroscena, il racconto del suo cammino dall’infanzia comunista in Slovenia, al mestiere di modella, prima a Milano e Parigi poi a New York, fino all’incontro galeotto con l’attuale presidente americano. All’alba di un nuovo voto.

ODIATE L’ODIO, di Walter Veltroni (Rizzoli)
«Franklin Delano Roosevelt diceva che l’unica cosa di cui bisogna aver paura è la paura. Io sono qui per dirvi che l’unica cosa che dovete odiare è l’odio». L’ex sindaco di Roma torna in libreria per spiegare le ragioni dell’odio, perché a chi odia, a chi semina la paura, bisogna rispondere con il linguaggio della ragione e della speranza.

PRESUNTO COLPEVOLE, di Marcello Sorgi (Einaudi)
A 20 anni dalla morte, il giornalista torna a chiedere: perché non fu possibile organizzare un corridoio sanitario per far rientrare Craxi, gravemente malato, e farlo operare e curare in un centro specializzato senza che venisse arrestato?

GIULIO FA COSE, Paola Deffendi, Claudio Regeni (Feltrinelli)
Alla tragedia di Giulio Regeni, scomparso il 25 gennaio 2016 al Cairo, il mondo della politica non ha ancora risposto. A combattere per ottenere verità e giustizia ci sono però i genitori, Paola e Claudio, insieme al loro avvocato Alessandra Ballerini. E tutta l’onda gialla che non smette di ricordare.

LA SCIMMIA EGOISTA, di Nicholas P. Money (Il Saggiatore)
Un salutare bagno di realtà, necessario a ridimensionare l’altissima stima che abbiamo della nostra specie.

POSSEDUTO DALLA MEMORIA, di Harold Bloom (Rizzoli)
Un volume che raccoglie i testi e le letture fondamentali nel percorso di uno dei più grandi critici letterari. Il titolo si rifà all’importanza dii essere “posseduti” dalla memoria delle opere lette.

DEMOCRAZIA! ELOGIO DELLA SOCIETÀ APERTA, di George Soros (Feltrinelli)
Il nemico numero uno dei cospirazionisti di tutto il mondo, il miliardario della Open Society risponde. E rilancia, in modo sferzante, la sua visione inclusiva, favorevole ai diritti umani, democratica. In un momento di crisi globale, una voce inaspettata.

*****

GLI INCENDIARI, di R. O. Kwon (Einaudi)
Un libro di fuoco e di amore, ma soprattutto di fede e fanatismo: è il racconto di una donna che viene poco a poco coinvolta in un culto cristiano estremista. Una storia che rispecchia, al contrario, la perdita della fede della sua autrice. Successo istantaneo negli Usa, dove ha fatto incetta di premi e riconoscimenti.

AH L’AMORE L’AMORE, di Antonio Manzini (Sellerio)
Costretto a indagare da un letto di ospedale, il vicequestore Rocco Schiavone si trova a dover lavorare su un caso sospetto di malasanità. Nella squallida atmosfera ospedaliera, fatta di riti tutti suoi, odori fastidiosi e vicini insopportabili, si delinea un quadro più addolcito di un personaggio che, a 50 anni, forse trova anche un amore.

LA NATURA È INNOCENTE, di Walter Siti (Rizzoli)
Le storie vere di Filippo e Ruggero, matricida il primo ed ex pornoattore diventato prima principessa e poi professore universitario il secondo, sono lo specchio in cui Siti si guarda e scopre le proprie contraddizioni, e quelle di tutti. Il romanzo punta a spogliare le azioni dal giudizio morale fino ad arrivare alla Natura, con le sue leggi inaccessibili.

RAGAZZO ITALIANO, di Gian Arturo Ferrari (Feltrinelli)
Il primo romanzo del “professore”, per anni al vertice della Mondadori, rischia di movimentare le selezioni per il premio Strega. Racconta la storia di Ninni, bambino del dopoguerra, che «cresce diviso tra due grandi mondi: quello antico e agricolo dell’Emilia diventata rossa e quello ferocemente industriale della provincia lombarda»

LA LEGGE DEL SOGNATORE, di Daniel Pennac (Feltrinelli)
Un romanzo a metà tra sogno e realtà, tra visione e ispirazione. Un grande omaggio al regista Federico Fellini, un racconto irreale di un Pennac che si cala nella parte del personaggio e va incontro a un Paese sommerso di luce e acqua.

ONORI, di Rachel Cusk (Einaudi)
Arriva in Italia il romanzo con cui la scrittrice canadese chiude la sua trilogia, iniziata con Resoconto e Transiti e con cui ha raccontato un’umanità confusa, divisa tra ciò che non vorrebbe essere e ciò che teme di sembrare.

LA SIGNORA DEL MARTEDÌ, di Massimo Carlotto (E/O edizioni)
Un noir che va oltre il noir, che supera il lato oscuro della società e va al cuore di tutti, attraverso il racconto delle peripezie di tre personaggi maltrattati dalla vita.

NELLA PIETRA E NEL SANGUE, di Gabriele Dadati (Baldini + Castoldi)
Dopo il romanzo storico su Antonio Canova, lo scrittore piacentino si cimenta con il re dei re, lo stupor mundi: Federico II. Un viaggio nel tempo, nello spazio e nella realtà.

BASTAVA CHIEDERE! DIECI STORIE DI FEMMINISMO QUOTIDIANO, di Emma (Laterza)
Un fumetto femminista che ogni donna (e ogni uomo) dovrebbe leggere. Attimi di vita, momenti di frustrazione, scontro e ilarità. Con la prefazione di Michela Murgia.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta