Il piano di BruxellesLa Commissione europea propone un recovery fund da 750 miliardi

All’Italia potrebbero andare 172,7 miliardi di euro: 81,807 sarebbero versati come aiuti e 90,938. Gentiloni: «Svolta senza precedenti»

Afp

Oggi la Commissione Ue presenterà le cifre del proprio Recovery Fund che, sull’onda della proposta franco-tedesca, avrà un valore complessivo di 500 miliardi di sovvenzioni e 250 di prestiti. Per l’Italia la cifra ammonta a 172,7 miliardi di euro: 81,807 miliardi sarebbero versati come aiuti e 90,938 miliardi come prestiti.

 Parliamo di un cifra complessiva che potrebbe arrivare a quota 1.000 miliardi. Soldi che Bruxelles raccoglierà sui mercati e che dovrà restituire ai detentori dei bond Ue.

Gli strumenti che verranno usati per far recapitare gli aiuti sono comunque legati al budget e a dei vincoli di spesa. Per accedere al fondo più grande, battezzato il Recovery e Resiliance Facility, i Paesi Ue dovranno far approvare dalla Commissione un piano di spesa che rifletta alcune delle priorità europee, come il Green New Deal. Gli Stati membri quindi non potranno spendere i soldi a loro piacimento.

 

 

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta