BiginoCattivi propositi e filiere buone

Con settembre è tornata anche la nostra newsletter, eccezionalmente riportata qui interamente. Vi raccontiamo cosa è successo su questo pianeta nell’ultimo mese, tra gelati e itinerari per tutti i gusti (anche extraterrestri)

Bentornati!
Lo diciamo a voi ma lo diciamo anche a noi, che questo agosto ci siamo dispersi e ritrovati, abbiamo viaggiato e degustato, scoperto e raccontato luoghi ed esperienze che amiamo condividere con tutti voi.
Gastronomika è andata avanti, nel frattempo, e siccome non vogliamo che vi perdiate dei pezzi, questa prima newsletter settembrina è una grandissimo, enorme, lunghissimo (perdonateci!) bigino su tutto quello che abbiamo scritto quest’estate e che forse avete voglia di rileggere o scoprire. Ci sta che foste sotto l’ombrellone mentre noi eravamo qui a digitare per voi.
Prendetevi un drink e mettetevi comodi: la strada è lunga ma vi assicuriamo anche entusiasmante.
E per tutti i nuovi, non spaventatevi, di solito ci limitiamo.

PER RIFLETTERE
Intanto, una certezza: le vacanze inquinano. Ma per fortuna qualcuno si sta ponendo il dubbio su come farle pesare meno sull’ambiente.
Nel frattempo pensiamo a qualcosa che sempre di più sta emergendo nel mondo dell’enogastronomia: dal caffè al pane, che ormai vive di una vita a sé, dalla birra ai piatti dei ristoranti, va di moda la filiera, e si coltiva direttamente ciò che serve alla creazione dei propri prodotti. In un percorso virtuoso di valorizzazione della filiera agricola e produttiva.
Prima di ricominciare davvero, noi vi consigliamo di fare una lista di cattivi propositi. Troppo spesso ci diamo obiettivi irraggiungibili, e così dopo pochi giorni ci troviamo frustrati e depressi, con tutti i nostri sogni infranti. Abbassiamo le aspettative e viviamo la ripresa senza stress, almeno in cucina.

IN CUCINA
Suggerirvi ricette e buoni prodotti rimane una delle nostre attività predilette. Ecco qui dunque la tarte tatin salata che ha fatto impazzire il web, per utilizzare al meglio gli ultimi pomodori di stagione. E sempre all’insegna del colore, va in scena lo zafferano, bello e prezioso come l’oro. Vi spieghiamo che cos’è, come si usa, come nasce e come si sceglie.
Per i più temerari c’è anche la guida gastronomica ragionata all’universo di Star Trek: perché dal 1966 a oggi ha fatto la storia della televisione, e la storia del costume. In un mondo tanto ricco di sfaccettature non mancano i riferimenti alla cucina, umana e aliena. E a proposito di ricette insolite, abbiamo chiesto a una cuoca fuori dagli schemi dei super muffin “senza”.
Se amate più il salato, ecco come proteggere, pescare e cucinare il pesce principe del Mediterraneo, il tonno, e una selezione di bufale (buone) preparate a Bergamo.

SELEZIONE SPECIALE
Non potevamo lasciarvi senza le nostre classifiche: dai gelati confezionati del supermercato alle gelaterie milanesi, fino ai ghiaccioli, è tutto un fiorire di voti e recensioni. Avete trovato i vostri preferiti?

SÌ, VIAGGIARE
Questi ultimi mesi vi abbiamo consigliato molti itinerari del gusto, dove andare a rilassarvi e scoprire le bontà locali. Ma non è detto che siano mete solo estive, e come dicono tutte le guide da sempre “settembre è il mese migliore per visitarle”.
Se vi piace lo yoga, ecco sei itinerari per nutrire anima e corpo, con alberghi e resort che ampliano la propria offerta con pacchetti benessere che abbinano cucina di qualità a esperienze meditative da fare all’aperto.
Se invece il viaggio è coi bambini, meno relax ma in luoghi a loro adatti: vi abbiamo raccontato dove dormire (e svegliarsi) per vivere una favola con i più piccoli.
Se amate il mare e i sapori di terra, ecco l’isola d’Ischia, con la mappa del piacere per conoscere l’Isola Verde.
Se preferite la montagna ci sono le amate sponde del lago di Caldaro, con i suoi produttori di vino e l’altopiano del Renon, dove l’auto è inutile e la vista incomparabile.
Se decidete di espatriare, Nizza è vicinissima e piena di buone cose e belle idee.
Se invece volete riprendere con calma e visitare gli eventi gastronomici che stanno costellando l’Italia potete passare dalle vigne in provincia di Brescia, alle bontà parmensi in festa e ai formaggi di Bra.
Perché l’estate non è finita finché non decidiamo di tornare a casa.
Noi invece abbiamo finito, e vi auguriamo che la vostra lista di cattivi propositi per l’autunno sia ricca di spunti golosi.

Questo articolo è parte della newsletter di Gastronomika, che arriva tutti i venerdì nella vostra casella di posta: volete riceverla? Ci si iscrive da qui.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club