“A stretto giro” e altre insopportabili frasi fatte del giornalistese

Luoghi comuni, espressioni trite e ritrite, scorciatoie linguistiche: la sciatteria della scrittura trova la sua massima espressione nella stampa. E i tempi stretti o la necessità di fare correzioni dell’ultimo minuto non sono una scusante