Idee qui e làPranzi di Natale, menu di Capodanno e altre insolite idee regalo

Una raccolta di miscellaneous che ancora mancavano per questo 2022, da cui trarre spunto per i vostri doni pieni di (buon) gusto

Come spesso succede in occasione del 25 dicembre e degli ultimi giorni dell’anno, piovono articoli dove leggere della miglior cena al ristorante per Natale, San Silvestro e il gran finale. Questa volta abbiamo voluto raccogliere una serie di proposte diverse tra loro e di tipologie varie tra ristoranti, cocktail bar, nuove aperture, delivery e idee regalo che ci sono piaciute e che speriamo possano piacere anche a voi. Eccovi la nostra selezione di miscellaneous per questo 2022. E…buoni acquisti!

Tornano gli OSECHI del Ristorante Hazama
Da un ristorante autentico giapponese, non potevamo non aspettarci qualcosa di particolarmente studiato e prezioso. Satoshi Hazama ripropone in versione asporto e solo su prenotazione, dei cofanetti con una selezione di piatti dolci e salati, con 23 ingredienti differenti che spaziano tra carne, pesce e verdure di stagione. Ogni confezione è composta da 2 bauletti contenenti alcune tra le migliori ricette dello chef, il tutto preparato per due persone.

VETZ – il nuovo aperitivo per il vostro home bar
VETZ è un aperitivo superiore come si può leggere dall’etichetta del prodotto e che viene definito sweet bitter, con una gradazione alcolica dell’11%, caratterizzato da un sapore amaro fresco e una decisa nota floreale. È il frutto della combinazione di 22 botaniche, 100% naturali e distillate nella piccola cittadina di Casale Monferrato in Piemonte. Niente sostanze chimiche e nessun conservante per questo prodotto nuovo sul mercato che attinge dalla tradizione italiana degli amari rivisitandola, inserendo qualche nota esotica in più ma senza eccedere in gusti troppo lontani o tropicali. Una base semplice e a bassa gradazione alcolica per realizzare alcuni drink easy to make, di facile beva e conviviali.

UNA NATALE BRUSCO È PER TUTTI
Un delivery che non ci stancheremo mai di promuovere è quello pensato da Alice Delcourt e dal Ristorante Erba Brusca. Con la sua cucina italo americana, le sue consistenze cremose, i suoi pani iper lievitati e le verdure preparate in ogni modo, anche per questo Natale sarà possibile ordinare un pasto più che completo e con cui fare un figurone. Ve lo riportiamo qui sotto per iniziare a leccarvi i baffi:

MATERIA RISTORANTE- Il Lago che diventa gourmet
Se siete tra quelli che non vogliono rinunciare a una cena stellata senza però svenarvi, un ottimo rapporto qualità prezzo per il cenone di Capodanno ve lo propone Davide Caranchini e la sua truppa, con una proposta a 360 gradi dall’aperitivo al dolce fino al post brindisi per iniziare il 2023 con le papille soddisfatte. Una cucina dai sapori decisi, che racconta il territorio del lago di Como e della Valle d’Intelvi in maniera nuova e consapevole: quale migliore occasione per provare?

TUTTI IN AMBASCIATA – andiamo a Quistello
Uno dei simboli della ristorazione italiana, uno dei ristoranti più fotograficamente riconoscibili e ricchi, frutto della passione e del lavoro di due amici di infanzia, Matteo Ugolotti e Paolo Guaragnella. Un menu che esalta la cucina francese e incontra quella italiana di tradizione, regalando grande opulenza e sfarzo in tutto, dal servizio, ai piatti, al decoro. Un esperienza da provare almeno una volta e che potete anche regalare a chi vi sta a cuore.

CAPODANNO A GENOVA? Eccovi serviti
Se vi capita di trascorrere l’ultimo giorno dell’anno respirando aria di mare mentre vi perdete tra le vie di Genova, il giovane e affiatato team de L’Acciugheta, propone un menu per il 31 particolarmente divertente e, come è giusto che sia, in omaggio al mare e alla benamata Liguria.

FUORI DALLA CAPITALE – l’appuntamento è a Fiumicino
Uno chef a cui siamo particolarmente legati e un luogo che ancora non è stato del tutto valorizzato e compreso: il territorio di Fiumicino. Pascucci al Porticciolo è il ristorante d’autore in cui regna quell’atmosfera famigliare che siamo soliti trovare nella trattoria sotto casa e meno nei ristoranti stellati. Il talento incredibile di Gianfranco e la ricchezza del territorio che lo ospita, rendono la sua proposta per la Vigilia di Natale degna di essere evidenziata. Un menu con piatti più che amati dalla clientela e altri pensati apposta per l’occasione. «Ci saranno i sapori e le consistenze del mare, le sue profondità lavorate al massimo con le nostre tecniche: capesante, baccalà, astice per dirne qualcuna». Posti limitati!

NATALE IN UNA BOX – torna il team del B:ur a Casa
Se vi erano mancati i cappelletti in doppio consommé di carne che tanto hanno allietato i nostri pranzi durante il lockdown, il filetto in crosta, la focaccia integrale  e la crema al doppio mascarpone, sappiate che Eugenio Boer e Carlotta Perilli sono tornati più forti che mai con il loro servizio di box natalizie in occasione del pranzo del 25 dicembre. Affrettatevi a prenotarle – così come il loro panettone – perchè in genere vanno più che a ruba.

REVIVAL SARDEGNA – pur restando a MilanoSe siete amanti – e nostalgici – delle vostre estati in Sardegna, segnatevi la proposta che Frades, il ristorante gourmet dei fratelli Paddeu,  propone per la cena del 24. Un menu degustazione che combina alcuni grandi classici del ristorante come il sandwich di triglia con maionese al lentisco o i tacos di pane lentu con battuto di manzo garronese e caviale, a proposte inedite come il tortello di borragine, crudo di scampi e brodetto di scorfano reale e lo sdcottato di ricciola, garusoli e tartufo nero. A conclusione della cena vi verrà servito l’immancabile panettone artigianale di Frades. New entry di quest’anno, se avete amici o parenti che desiderano cimentarsi nella cucina sarda non tradizionale potete regalare loro le cooking class private – o per piccoli gruppi – proprio con lo chef Roberto Paddeu.

NUOVI ORIZZONTI – Nicola Bonora continua a cresce

Motelombroso è ad oggi uno dei ristoranti più interessanti nel panorama della ristorazione milanese contemporanea per diversi motivi: una location scommessa arredata con grandissimo gusto e senso artistico, una proprietà lungimirante e affiatata, uno chef giovane e determinato. Ecco perchè stare a guardare gli sviluppi e le evoluzioni di Nicola Bonora è sempre interessante. Per Natale e la viglia, lo chef ha pensato a due menu inediti e tutti da gustare.
NORAH WAS DRUNK – Really?
In fondo a Viale Porpora, dove si sconfina a Lambrate e dove per chi vive a Milano sud sembra sempre che non accada mai nulla, in realtà da qualche tempo ha aperto un localino dove gustare ottimi drink e una cucina da gastronomia francese di altissima qualità. Stiamo parlando di Norah Was Drunk, il locale di Niccolò Caramiello e Stefano Rollo che nasce come absinthe bar per diventare un punto di riferimento per la buona miscelazione e la riscoperta di una socialità vera. A riscaldare le feste, la new entry in lista è un Irish Coffee dove il caffè filtro specialty incontra il whisky irlandese. Il twist sta però nella panna, che viene montata con un goccio di assenzio: il risultato è il sapore caldo e confortante dell’Irish Coffee con un leggero sentore di anice. 
Lato cucina è disponibile un salmone affumicato all’assenzio da gustare presso il locale e da regalare in confezioni natalizie da circa 400gr.

ESISTE ANCHE VENTIMIGLIA – Marco Polo style
Il posto è magnifico, l’arredo è caldo e sembra essere stato prelevato dalle navi da crociera di primo novecento. Il mare è a due passi e si sente nell’aria così come nel piatto. Marco Polo è un ristorante che rende Ventimiglia un luogo sensato in cui fare una sosta e godere di un pranzo o una cena senza tempo e con un ritorno a quella cucina di mare particolarmente attenta allo storico di questa insegna e allo stesso tempo particolarmente innovativa. Il giovane chef Diego Pani ha pensato a una proposta tanto per Natale quanto per l’ultimo dell’anno. Prenotate qui per poi fare qualche giorno in Costa Azzurra? Noi vi abbiamo dato un’idea.
UN PO’ DI MORENO NELLE NOSTRE CASE
Anche se in questo periodo dell’anno La Madonnina del Pescatore resta chiusa per riposo stagionale, è possibile portare un po’ dei sapori e della visione di Moreno Cedroni anche nelle nostre case grazie alla linea di prodotti ormai nota, firmata dallo chef, che spazia tra proposte dolci e salate. Confetture d’ananas e limefichi e mandarinifragole e timo al limone, kiwi o, a scelta, marmellate di prugne e zenzeroarance sanguinellemandarini tardivi, pompelmo rosa sono alcune delle referenze che potete acquistare con packaging di tutto rispetto. Oppure, se preferite i sapori del Mar Adriatico, il polpo con patate e prezzemolo, il tonno bianco arrostito in olio extravergine d’oliva o le uova di seppia con pomodoro, granchietti e zenzero arrivano in lattine particolarmente rock ‘n roll e colorate.
CAPODANNO GOURMET SUL LAGO
Anche il boutique hotel MUSA del Lago di Como propone il cenone di Capodanno in chiave gourmet, con dieci portate presso il ristorante ROTEO firmata dagli chef Chef Matteo Corridori e Robert Moretti. Vi consigliamo di pernottare in una delle nuove e stilose stanze dell’hotel per iniziare l’anno anche il giorno dopo, con il migliore dei risvegli.

NATALE WILD INSIEME A FERDY
Nicolò e Nicole sono l’anima di Ferdy, agriturismo con cucina gourmet, piccolo hotel di charme in Val Brembana, Alpeggio e sopratutto grande fucina di idee, iniziative, eventi con un fil rouge che lega ogni lavoro portato avanti: la qualità. Anche quest’anno non sono mancate le idee per regali natalizi con carattere e originalità tanto che il panettone Wild è andato a ruba. Trovate sia la versione tradizionale ai profumi di bosco sia quella con fieno e cioccolato, per sentivi da Ferdy anche tra le mura di casa.
A MONZA SI FA STRADA IL CIRCOLINO
Il Circolino è una nuova realtà aperta da poco più di un mese in centro a Monza, che interpreta in chiave moderna lo spirito conviviale dei primi circoli culturali nati all’inizio del 1900 ospitando sotto lo stesso tetto ristorante gastronomico, caffè e cocktail bar.
La cucina è supervisionata dallo chef stellato Claudio Sadler mentre la drink list è curata dal noto Filippo Sisti. Piatti del territorio e della tradizione rivisitati, con una grande attenzione alla qualità e alla stagionalità delle materie prime e una forte ispirazione ai sapori iberici, a ricordo delle esperienze in terra spagnola della brigata guidata dal giovane Lorenzo Sacchi. Le proposte per il cenone di Capodanno sue due diverse, una per il ristorante e una per lo spazio caffè.

VIVIANA VARESE RISTORANTE
Una cena stellata per l’ultimo dell’anno: se restate in città prenotare un’esperienza da Viviana Varese è un regalo che vi consigliamo senza indugio. Un menu particolarmente ricco, un omaggio al pesce, alla tradizione Campana e alle verdure invernali. Oltre alla cucina, trovate presso la sede del ristorante, all’interno di Eataly, diverse confezioni regalo per più occasioni e più budget tutte firmate dalla chef.

IL CAFFÈ GILLI, IL PANETTORE E UNA STORIA FATTA A MANO
Oltre a venire qui per bere un Negroni dove questo drink – più bevuto al mondo – è stato inventato, potete provare l’offerta pasticceria di questo storico marchio che quest’anno ha deciso di puntare tutto sul lievitato per eccellenza delle feste natalizie e per questo forse anche il più challenging: il panettone. All’interno dei laboratori di produzione Gilli nasce una linea di panettoni di alta qualità, realizzati con ingredienti selezionati e un impasto a lievito madre come vuole la tradizione. Il Panettone Gilli1733 vede una lavorazione fatta ancora interamente a mano, con pazienza e dedizione, e da una lievitazione a tempo e temperatura controllati per ottenere una morbidezza perfetta e un risultato visivo e di gusto davvero eccellente.

QUANDO GRIGLIARE DIVENTA UN MANTRA
Che La Griglia di Varrona sia uno – se non “il” – ristorante di carne tra i più apprezzati a Milano è cosa piuttosto nota a tutti i cultori della carne e in particolar modo della brace. Proprio perchè non servono troppe presentazioni e qui la ricerca sui migliori tagli di carne dal mondo è incessante e sempre attualizzata, il locale sarà aperto a Capodanno per proporvi il proprio menu nella sua interezza. Fatevi guidare da Tony e dalla sua squadra per disegnare il percorso che più vi appaghi, in porzioni intere o mezze, accompagnati dai loro cremosi puré e i tanti sfizi che compongono la selezione degli antipasti.

QUALCOSA AL SUD? ANDIAMO A NAPOLI!
Aria Restaurant, 1 stella Michelin al centro di Napoli, apre le sue porte agli ospiti anche a Natale a San Silvestro. Per l’occasione il suo chef Paolo Barrale ha realizzato due menù esclusivi che raccontano la tradizione partenopea contemporanea e le favolose materie prime del territorio campano.
A CAPODANNO C’È CHI NON RINUNCIA ALLA PIZZA
Se siete tra coloro che amano incondizionatamente la pizza tanto da sceglierla anche l’ultimo dell’anno, ecco che Cocciuto ha pensato due menu diversi per la notte di San Silvestro. Il primo, firmato dai nuovi chef dell’insegna Alessandro Laganà e Mattia Fabris ed è disponibile nei locali di Via Procaccini e Via Bergognone, protagonista della seconda proposta invece un trittico di pizze gourmet – in esclusiva nei locali di Via Melzo e di Via Passeroni. Not bad!

Vi abbiamo dato qualche spunto in più? Speriamo come sempre di essere usciti dal coro con questi nostri suggerimenti.
Buoni acquisti e buone tavole.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter