C’era una volta Arti e mestieri al mercato medievale

Durante la rievocazione storica del castello di Gropparello i commercianti e gli abitanti del borgo coinvolgeranno i visitatori in esibizioni e dimostrazioni pratiche

Foto di bruno neurath-wilson su Unsplash

In provincia di Piacenza, in una zona ricca di rocche e fortezze antiche riunite nell’Associazione dei Castelli del Ducato di Parma, Piacenza e Pontremolisi si trova anche il Castello di Gropparello.
Edificato nell’ottavo secolo, conobbe fortune alterne, cadendo in stato di abbandono almeno un paio di volte prima di venire acquistato dalla famiglia Girelli sul finire del secolo scorso.
Dopo le necessarie sistemazioni, nel parco naturale circostante sono stati creati il Museo della Rosa Nascente ed il Parco delle Fiabe, un “parco emotivo” pensato per i bambini, ed è qui che l’8 e 9 luglio si terrà la nuova edizione del “Mercato Medievale”.

Nato nel 1996 da un’ispirazione di Maria Rita Trecci Gibelli, si tratta di un evento che porta al castello decine di appassionati di rievocazioni storiche che per due giorni vestono i panni di fabbro, fioraia, scalpellino, tessitrice, sarto, candelaia, cambiavalute, lavandaia del Borgo, oste e persino venditore di indulgenze. Non mancano naturalmente cavalieri e principesse e sono previste anche dimostrazioni di scuole d’armi e falconieri.
Gli ospiti, oltre alle visite guidate all’interno e all’esterno della struttura, potranno fare esperienze pratiche di lavorazioni antiche del tessuto, della lana, della cera, del cuoio.

 

 

All’interno del parco del Castello si trova la Taverna Medievale, ristorante con uno splendido giardino delle rose dove chef Paola Capra offre piatti tipici della tradizione locale e piatti gourmet abbinati ai vini Doc dei colli piacentini. In menu anche una sezione storica curata da Rita Gibelli personalmente.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter