grand-tourCol fuorisalone si scopre Milano

I più sgamati l'hanno capito da tempo: il fuorisalone è un'ottima scusa per vedere Milano, mica il design. Aggirarsi random per più di settecento eventi, fino allo stremo delle forze, è una scusa p...

I più sgamati l’hanno capito da tempo: il fuorisalone è un’ottima scusa per vedere Milano, mica il design. Aggirarsi random per più di settecento eventi, fino allo stremo delle forze, è una scusa per zizzagare ad occhi ben aperti, e si sà che del design è più quello che perdi che quello che trovi, anzi ti viene un po’ a noia, dopo un po’.

Ma il sistema design apre spazi della città che difficilmente potremmo visitare nella vita normale, prodotto di location manager impazziti che appena finito il Salone si rimetteranno al lavoro per l’anno prossimo, magari sfilando la miglior location a chi ancora non l’ha confermata, con spietato senso degli affari, e dello spazio!

A voi, e noi, non resta che goderci questi scorci di città, meno convenzionali dello spazio pubblico che ci circonda ogni giorno, che ci lasceranno memoria di una Milano meno funzionale, anzi meno banale. E siccome il design è mobile ma l’architettura no, finito il Salone abbozzeremo una guida postuma, per arrivare preparati il prossimo anno e magari a qualche luogo che anche senza design si può godere.

Intanto fin che siete in tempo, e col bel tempo che c’è, fate un salto alla Cascina Cuccagna, che è quasi nel centro di Milano. Impossibile non essere solidali con il progetto…

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter