Caccia al tesoroNoi che siamo mutanti

Inizia oggi la settimana più delirante dell'anno. Non ce n'è... La settimana della moda, con tutti suoi lustrini e i grandi nomi, non cattura la città. E' come un evento parallelo, settario, che in...

Inizia oggi la settimana più delirante dell’anno.
Non ce n’è… La settimana della moda, con tutti suoi lustrini e i grandi nomi, non cattura la città. E’ come un evento parallelo, settario, che interessa davvero solo chi in quel mondo lavora.
Il Salone del Mobile è diverso. Una parte, giustamente, è dedicata a chi di questo deve campare e si riunisce nei padiglioni della nuova Fiera di Rho (con quello che c’è spesso, purtroppo, dietro). Ma la diversità salta all’occhio. Perché? Tutti noi abbiamo una casa, bella o brutta, piccola (spesso) o grande, la arrediamo. Il mobile quindi è un concetto che appartiene a tutti; anzi, è qualcosa di solido, di concreto, che capiamo senza bisogno di sforzarci. All’interno del Fuorisalone, una sorta di realtà parallela a quella ufficiale, che è diventata il vero cuore della manifestazione, troviamo davvero di tutto. Dagli happening concettuali ai negozietti aperti fino a tardi, dalle serate di festa che (ahinoi) scimmiottano il mondo della moda a vere e proprie mostre.

Questa sera, in particolare, aprirà i battenti una delle poche realtà che ha una vita più lunga della semplice durata del Salone del Mobile (dura infatti fino a Pasqua). Alla Statale la rivista Interni cura come d’abitudine una serie di installazioni che occupano i chiostri, le aule e le gradinate dell’Università. Dopo aver affrontato i temi dell’architettura ecologica, di luci e suoni, quest’anno la mostra si intitola Mutant Architecture&Design. Praticamente uno scioglilingua, che sta ad indicare un concetto legatissimo al nostro attuale modo di vivere.
Siamo sempre in movimento e sempre meno legati a un unico luogo. Ogni volta che lasciamo una casa, però, un pezzo di noi rimane lì, con lei. E allora perché non creare una casa con materiali che possano essere riutilizzati, trasformati in base a quelle che saranno le nostre esigenze? Un’idea folle? Un sogno?
Sicuramente un concetto legato alla possibilità di muoversi, di crescere e di diventare sempre qualcos’altro.
Di essere, in una parola, mutanti.

Ecco il video Promo della mostra Mutant Architecture&Design

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter