Piazza del mercatoThe White House And The Garden State

Secondo un sondaggio Rutgers-Eagleton della Rutgers University del New Jersey, la candidatura del governatore Chris Christie alle presidenziali del 2012 non sarebbe sostenuto dagli elettori dello S...

Secondo un sondaggio Rutgers-Eagleton della Rutgers University del New Jersey, la candidatura del governatore Chris Christie alle presidenziali del 2012 non sarebbe sostenuto dagli elettori dello Stato. Infatti, l’astro nascente della destra americana è ancora molto popolare, però non riuscirebbe a ‘sfondare’ in caso di una candidatura alla competizione elettorale presidenziale. Christie è riuscito a sconfiggere il democratico Corzine nel 2009 e ad anticipare così l’ondata repubblicana delle scorse elezioni di midterm del 2 novembre 2010. Aumentata la sua notorietà a livello nazionale, scalda i cuori dei Tea party riportando a galla il vecchio (e vincente) leitmotive repubblicano dello ‘spendere di meno, tassare di meno’. E’ fornito di un carisma non comune fra i suoi colleghi di partito, forse non riuscirebbe a catturare i voti degli indipendenti in caso di confronto elettorale con Obama.

Tornando al sondaggio però, come già detto, molti repubblicani stessi gli volterebbero le spalle. Infatti, solamente il 22% di elettori del GOP regolarmente registrati sosterrebbero una sua candidatura (che non significa automaticamente un ‘non voto per Christie’ in caso di candidatura reale), il 65% sarebbe contrario ad una sua candidatura e il 12% non sa. Il dato curioso è tra i partiti. Solamente il 44% dei repubblicani sarebbe favorevole ad una sua candidatura, l’8% dei democratici e il 24% degli indipendenti. Infine, il 36% degli intervistai (773 elettori registrati/al 4 aprile 2011) crede che la candidatura di Christie sarebbe un ‘buono spot’ per lo stato del New Jersey, mentre il 42% pensa che non cambierebbe nulla a livello nazionale e il 21% addirittura dice che sarebbe un danno d’immagine.

Uno stop non previsto in vista delle primarie del GOP del prossimo anno. Christie continua a smentire un suo interesse, ma la penuria di volti nuovi e capaci nel partito repubblicano, spinge i più a considerare ancora valida la sua candidatura. Dall’altra parte però c’è il Presidente Obama…

Jean Philippe Zito

immagine da The Politico

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta
Paper

Linkiesta Paper Estate 2020