Caccia al tesoroE se invece delle sfilate ascoltassimo jazz tra le locomotive?

Stanchi della moda che imperversa? Non vi interessa quale accessorio sarà obbligatorio indossare il prossimo anno? Allora le Giornate Europee del Patrimonio, in scena questo fine settimana, magari ...

Stanchi della moda che imperversa? Non vi interessa quale accessorio sarà obbligatorio indossare il prossimo anno? Allora le Giornate Europee del Patrimonio, in scena questo fine settimana, magari fanno al caso vostro.

Due giorni nel corso dei quali aprono gratuitamente al pubblico i luoghi d’arte statali, che per Milano sono:

Archivio di Stato di Milano
Via Senato, 10
24 settembre ore 8.30-13.45
Biblioteca Nazionale Braidense
Via Brera, 28
24 settembre ore 9.45 e 11.00 (da prenotare)
Museo del Cenacolo Vinciano
Piazza S.Maria delle Grazie, 2
24 – 25 settembre ore 8.15-18.45
prenotazione obbligatoria tel. 0292800360 (costo prevendita)
Palazzo Litta
Corso Magenta, 23
24 – 25 settembre ore 11.00-13.30/15.30-18.00
26 settembre ore 17.00-18.30
prenotazione obbligatoria tel. 0286454545
Parco dell’Anfiteatro Romano
e Antiquarium Alda Levi
Via E. De Amicis, 17
24 settembre ore 9.00-14.00
Pinacoteca di Brera
Via Brera 28
24 – 25 settembre ore 8.20-19.15

La Biblioteca Braidense propone per la prima volta due visite guidate ai fondi documentari (tra cui quello di Alessandro Manzoni) e per la prima volta alla quadreria

Interessanti anche gli incontri per scoprire i restauri dei monumenti milanesi (è possibile prenotare su www.milanoneicantieridellarte.it): si spazia dalle visite guidate all’Arco della Pace, passando per La Scala, l’Arena e pure la Rotonda della Besana.

A guidare i visitatori attraverso le stanze di Palazzo Litta saranno invece gli attori dell’omonimo teatro, tutti rigorosamente in abiti settecenteschi.

Per un sabato sera diverso, ecco che il Museo della Scienza e della Tecnologia offre un’apertura serale gratuita per sperimentare i laboratori, esplorare le diverse collezioni, visitare i depositi, gli archivi, la biblioteca del Museo e la biblioteca del mare Ugo Mursia, scoprire il funzionamento di una centrale termoelettrica o di una macchina a vapore. E perché non godersi un concerto jazz tra le storiche locomotive del Padiglione Ferroviario?