TeardropChic e cheap: GF12 in H&M

“Per il debutto vestirò H&M”. Alessia Marcuzzi, prima presentatrice italiana ad indossare in tv Stella McCartey, per il debutto del GF12 ha deciso di abbandonare la griffe. Questo cambiamento non è...

“Per il debutto vestirò H&M”. Alessia Marcuzzi, prima presentatrice italiana ad indossare in tv Stella McCartey, per il debutto del GF12 ha deciso di abbandonare la griffe. Questo cambiamento non è futile. La moda alta in tv rappresenta l’opulenza. In tempi di crisi pare che il pubblico possa fare a meno delle paillettes. La prima di Italialand, lo show la7 di Crozza, ha battuto Canale 5 che ha fatto dello strass il proprio leitmotiv.

Ad oggi solo Milly Carlucci e Antonella Clerici possono permettersi Gai Mattiolo, la prima, e una super sartoria, la seconda. Della nuova Domenica In di Lorella Cuccarini non fa più parte Anna Dello Russo, direttrice di Vogue Giappone e ambasciatrice dell’eccesso. Dello Russo è una super fan di Lady Gaga.

Anche Simona Ventura, fashion victim rara, ha deciso di lasciare alla Rai l’alta moda che era solita utilizzare per l’Isola dei famosi. Per Sky la conduttrice ha deciso di adottare uno stile francescano e riproducibile da tutte le abbonate alla pay tv. Fuori le giacche Armani di brillanti. Dentro i maglioni no logo delle domeniche fuori porta.

L’eccessiva austerità rischia, comunque, di non essere tangente all’esistenza dei telespettatori che la coppia Marcuzzi e Ventura voglio intercettare facendo le cheap per caso. Parte del pubblico che compra H&M vorrebbe avere il loro budget per svaligiare Prada.

Lo chic non preclude il cheap, e viceversa. Il compromesso esiste. La Pina, per Queen Size vestirà Fausto Puglisi, giovane stilista siciliano (celebre all’estero). Puglisi è ricercato come il Versace che fu e i suoi abiti vivono fuori dal piccolo schermo.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta