Le parole sono importantiPerché dobbiamo ridurre il debito pubblico?

A volte siamo portati a pensare che, in in fondo, il debito pubblico, proprio perchè "pubblico", non è di nessuno, che alla fine non è così grave. Ma non è così. Questo estratto di "La finanziari...

A volte siamo portati a pensare che, in in fondo, il debito pubblico, proprio perchè “pubblico”, non è di nessuno, che alla fine non è così grave. Ma non è così.

Questo estratto di “La finanziaria siamo noi”, di Stefano Lepri, mostra in maniera evidente cosa significa, concretamente, per ciascun italiano avere un debito pubblico così alto.

Il dato si riferisce al 2008, quindi prima che la speculazione finanziaria si accanisse sull’Italia. È ragionevole pensare che il debito incida oggi in misura ancora superiore sul bilancio dello Stato e quindi impedisca di destinare risorse a investimenti e spese più utili per la vita dei cittadini e lo sviluppo del Paese.

g.giansante.linkiesta@gmail.com

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta