Arabic PortraitsQuasi due milioni

Gli Emirati sono un paese strettamente musulmano. Chi vive qui lo sa. In alcuni quartieri, come Dubai Marina, é tuttavia molto facile scordarselo. Ristoranti, bar, gente di tutte le nazionalità che...

Gli Emirati sono un paese strettamente musulmano. Chi vive qui lo sa. In alcuni quartieri, come Dubai Marina, é tuttavia molto facile scordarselo. Ristoranti, bar, gente di tutte le nazionalità che passeggia e spiaggia invitano a lasciarsi andare e a non farci più caso. Molte volto in modo eccessivo: c’è chi cammina in costume da bagno con birra in mano.

Da poche settimane lo sceicco ha deciso che é meglio ricordare a tutti gli stranieri che qui le regole sono diverse. E sul lungomare di Jbr sono comparsi dei nuovi cartelli. Insieme al “Non praticare attività pericolose” e a “Gli animali non sono ammessi”, viene ribadito che sono vietate le effusioni in pubblico, gli abiti succinti e il consumo di alcolici lungo tutta la passeggiata.

Forse la decisione é stata presa anche in vista dei nuovi arrivi. Già, é notizia di questi giorni che Dubai sta per raggiungere i 2 milioni di abitanti e la sua popolazione é in costante crescita. Un toccasana per la ripresa economica della città.

I locals, però, sono sempre lo stesso numero. Non é naturale che cerchino di difendere le proprie tradizioni?

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta