Chi parla maleAl Pacino, de Magistris e il boomerang mediatico del videomessaggio

  Qualche giorno fa scrivevo di come l'ormai celebre videomessaggio del sindaco di Napoli Luigi de Magistris che invita a Napoli l'attore americano Al Pacino potesse poi essere percepito non come ...

Qualche giorno fa scrivevo di come l’ormai celebre videomessaggio del sindaco di Napoli Luigi de Magistris che invita a Napoli l’attore americano Al Pacino potesse poi essere percepito non come l’invito al celebre interprete ma allo stereotipo nato da alcuni dei suoi più celebri personaggi, come Tony Montana di “Scarface” e Mike Corleone del “Padrino”. La Rete ha fatto di più e meglio: sono nate numerose parodie del celebre “Giggino chiama Al”.
Un boomerang mediatico? Un vantaggio o uno svantaggio per il sindaco di Napoli?

 https://www.youtube.com/embed/PMqYt-_Rttk/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta