Chi parla male“Napoli è tua” scontri e dimissioni-lampo: il giorno più lungo dei fedelissimi del sindaco de Magistris

Scontro in "Napoli è tua": la lista civica che alle elezioni ha sostenuto Luigi de Magistris, portando a casa otto consiglieri e diventando il secondo gruppo nel Consiglio comunale cittadino dopo ...

Scontro in “Napoli è tua”: la lista civica che alle elezioni ha sostenuto Luigi de Magistris, portando a casa otto consiglieri e diventando il secondo gruppo nel Consiglio comunale cittadino dopo Italia dei Valori.
Muro contro muro, un durissimo scontro consumato nelle stanze della lista orange, culminato martedì sera con le dimissioni da capogruppo Vittorio Vasquez, già assessore comunale molti anni fa, uomo vicino all’area del terzo settore che ha il suo punto di riferimento in giunta nell’attuale assessore comunale al Welfare, Sergio D’Angelo.
Cos’è accaduto è presto detto: Vasquez – riferiscono “voci di dentro” – è stato accusato di tenere una linea troppo morbida e supina verso l’Amministrazione de Magistris. Ci sono due anime, in “NeT”: una, costituita dai fedelissimi del sindaco e della giunta, l’altra più politica e disposta anche a sollevare polemiche.
Le dimissioni di Vasquez sono durate meno di ventiquattr’ore: il consigliere comunale ha incassato l’appoggio del sindaco che ha spedito il suo capo di gabinetto Alessandro Nardi e suo fratello nonché componente di staff, Claudio, a ricucire lo strappo. Conclusione: nel pomeriggio di mercoledì Vasquez è stato riconfermato alla guida del gruppo. Ma con una nuova mission: più autonomia dall’Amministrazione e più attività politica per la lista del sindaco, che si sente ora grande per “fare da sola”.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta