Cosa succede fuori?Rientrate le salme dei tre militari morti in Afghanistan

Niente IED, nessun attacco kamikaze o imboscata  un semplice incidente stradale a bordo di un lince, avvenuto in Afghanistan, ha stroncato la vita dei nostri tre militari. C'è chi oggi si chiede se...

Niente IED, nessun attacco kamikaze o imboscata un semplice incidente stradale a bordo di un lince, avvenuto in Afghanistan, ha stroncato la vita dei nostri tre militari.

C’è chi oggi si chiede se sono militari di serie B , per il trattamento a loro riservato non sono di sicuro di serie A , infatti oggi sono rientrate le salme niente istituzioni ad aspettarli ma solo familiari , solo nel tardo pomeriggio è andato di fretta e furia – accortosi della gaffe che stava per fare – il ministro della Difesa, Giampaolo Di Paola , a rendere omaggio alle salme.

L’aereo con le salme è rientrato stamani a Ciampino, i tre caporal maggiori facevano parte del 66/o Reggimento ‘Friuli’ di Forlì , i loro nomi erano :Francesco Currò, Francesco Messineo, Luca Valente.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta