L’informatica migranteCucire e ricucire

E' andando a prendere il bus questa mattina presto che me ne sono accorta: le svastiche in piazza Nostra Signora di Guadalupe non ci sono più. Le hanno ripulite dai muri esterni della Chiesa e, anc...

E’ andando a prendere il bus questa mattina presto che me ne sono accorta: le svastiche in piazza Nostra Signora di Guadalupe non ci sono più. Le hanno ripulite dai muri esterni della Chiesa e, anche se forse non è così, mi piace pensare che un po’ di rumore abbia contribuito, in qualche modo, a cancellarle.

Accompagnata dall’idea che osservare e scrivere forse occorre ancora a qualcosa, ho pensato che approfittare di questo spazio de Linkiesta ancora aperto anche a Blog Contest chiuso e provare a continuare quel che avevo cominciato.

Spammando un po’ meno, va bene…

Intanto per ricucire con quel che scrivevo una settimana fa, ecco, queste sono le svastiche di cui ho scritto.

Che poi c’è poco da ridere se mi metto a contare le panchine sulle piazze: a Terno d’Isola in provincia di Bergamo, la Lega sulle panchine e le piazze ancora ci gioca…

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta