Il pendolare tra diversi mondiLe Olimpiade di Londra 2012 – un occasione mancata per l’Unione Europea

Invece di litigare come 2 galli in un pollaio, con Dio solo sa quanti intrighi dietro le quinte, il Presidente francese Chirac ed il Primo Ministro britannico Blair, quando alcuni anni fa ,a Singap...

Invece di litigare come 2 galli in un pollaio, con Dio solo sa quanti intrighi dietro le quinte, il Presidente francese Chirac ed il Primo Ministro britannico Blair, quando alcuni anni fa ,a Singapore, doveva essere assegnata la sede per i Giochi Olimpionici del 2012 e sia Londra che Parigi erano tra i 4 o 5 candidati finalisti, non è venuto in mente a nessun in Europa e sopratutto nè alla Francia nè alla Gran Bretagna di presentarsi assieme come un unica sede condivisa tra le loro due capitali di modo che se vincevano avremmo avuto i Giochi Olimpionici di Londra-Parigi.
Dopo i precedenti Giocchi di Pechino dove la immensa Cina fece Sua entrata favolosa nell’Universo dello Sport Mondiale, era giusto che l’Europa si prensentasse nella veste condivisa di queste 2 capitali prestigiose e cosi rappresentative della Storia straordinaria del nostro Continente.

Come fecero Seoul e Tokyo per la Coppa del mondo di calcio o recentemente Polonia e Ukraina per gli Euro 2012 sempre di calcio, potevano Londra e Parigi presentare la loro candidatura unita come segno a tutto il mondo che l’Europa è una sempre piu incontornabile realtà e che i Giochi del 2012 sarebbero una versione Olimpica inedita da tenere nei due Paesi con le loro due rispettive bandiere ma anche con quella delle 27 stelle dell’ EU.

Tutti sappiamo che anche l’EU è un movimento inedito perche si tratta non di mettere diversi Stati della stessa cultura e lingua in un unica Patria come sono gli USA, ma di mettere diverse Patrie ( splendide ed antichissime) i n un unica Struttura di Stato. Sulla l’altra sponda dell’Atlantico ci sono gli “Stati Uniti d’America” (USA) , noi dobbiamo arrivare a formare le “Patrie Unite d’Europa” (UPE).
E questa idea di fare questi giochi condivisi tra Londra e Parigi, tra i due Stati e le due Capitali piu prestigiose dell’Europa dei secoli recenti avrebbe lanciato un messaggio credo potente sia all’interno dell’Europa ma anche a tutto il resto del mondo ed avrebbe incoraggiato a svilupparsi sempre di piu la cosa piu essenziale per noi Europei : una Coscienza Europea.

E se questo avrebbe infuriato alcuni Euroscettici e sciovinisti inconsolabili da entrambi i lati della Manica, allora si poteva ricordare ad entrambi che questa grande Manifestazione condivisa sarebbe per Francia e Regno Unito anche una memoria dei , ( a quasi cent’anni di quel conflitto micidiale e fratricida dal 1914 -18, che vide come mai nella loro Storia rispettiva , ) tantissimi giovani francesi ed giovani britannici morire in modo atroce insieme ed alleati, quasi a braccietto, in centinaia e centinaia di migliaia nelle infernali trincee.

In Un Olimpiade condivisa tra le due grandi Capitali avrebbero potuto poi, una volta vinta l’assegnazione, le due delegazioni tra di loro tirare a sorte di modo che se l’Innaugurazione cadeva in una delle 2 Capitali, la Chiusura sarebbe
assegnata all’altra. Entrambi hanno poi 2 splendidi temi nelle loro tradizioni sui quali intrecciare la loro coreografia e Leitmotif Olimpionico e cioè :
La Gran Bretagna come codificatore ( o inventore) di quasi tutti gli sport è riconosciuta come la madre patria dello SPORT con tutta la carica di fair- play e formazione del carattere umano che distingue i sistemi educativi inglesi e che sono tipici della sua cultura , mentre la Francia come inventore dei Giochi Olimpionici moderni con tutta il suo modo di umanizzare ed venerare la grande tradizione Classica ed i Diritti dell’Uomo che è stata cosi centrale per tutta la tradizione Europea.

Noi Europei avevamo tutto da guadagnare in questo esempio di Olimpiadi inedite condivise tra le due grandi Capitali d’Europa , mentre tutti gli altri Continenti sia ad Occidente che ad Oriente come a Meridione dell’Europa, a tutti questi non le sarebbero parso vero vedere qualcosa di cosi fortemente simbolico e giovanile che si muove verso “PIU EUROPA “come c’è lo nchiedono da tempo con sempre maggiore inisistenza ed avrebbero festeggiato questa versione condivisa non meno di noi Europei .

Gli Asiatici, i Nord e Sud Americani, gli Africani e gli Austral-oceanici sentono la necessita di PIU EUROPA come un elemento di antica saggiezza e prestigiosa maturità portatore di una visione umana sempre piu necessaria per il nostro Mondo. ( Si anche la Primavera Araba vuole” Piu Europa” o quello che l’Europa rappresenta per i diritti dell’uomo).

Sono sicuro che saranno affascinanti i Giocchi Di Londra che iniziano a fine di questo mese e che il Regno Unito metterà meritatamente e giustamente in evidenza il suo nobilissimo ruolo storico di Genitrice dello Sport, ma come sarebbe stato
piu magico ancora se si fossero presentati assieme Londra- Parigi , e le sue rispettive nobili tradizioni francesi , . COME LE DUE FACCIE della stessa medaglia europea e che almeno per i 21 giorni delle Olimpiade le acque della Tamigi si mischiassero con quelle della Senna per confortarci e sperare che nonostante la temibile crisi economica, almeno l’ideale dell’Unione delle Patrie Europee procede.

Henry Alphandery – Milano
un pendolare tra diversi mondi.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter