Viva l’ItaliaL’evasione dei medici non la controlla nessuno?

“Quant’è”? Chiedo al medico. “Tutto 70 euro, altrimenti con fattura un po’ di più”, risponde lui. “Sì, mi faccia la fattura”. “Allora sono 100 euro, un attimo che prendo il blocchetto delle ricevut...

“Quant’è”? Chiedo al medico. “Tutto 70 euro, altrimenti con fattura un po’ di più”, risponde lui. “Sì, mi faccia la fattura”. “Allora sono 100 euro, un attimo che prendo il blocchetto delle ricevute”, e si allontana per qualche minuto. Si è conclusa così la visita da un medico specialista, nel tardo pomeriggio di ieri.

In questi ultimi mesi di caccia agli evasori fiscali sono sotto osservazione speciale commercianti di tutte le categorie e invalidi (la maggior parte falsi invalidi). Tranne l’operazione “Dr House” condotta dall’Agenzia delle Entrate sull’attività fiscale di poliambulatori e studi associati liguri, non mi pare ci siano stati particolari controlli per questa categoria di professionisti.

Eppure, i risultati dell’operazione in Liguria non sono blandi. Rispetto alle stesse giornate dell’anno precedente c’è stato un aumento dal 50 al 75% nell’emissione delle ricevute fiscali. Nessuno è curioso di sapere cosa accade negli altri studi medici italiani?
Del resto anche alcuni dottori potrebbero essere “furbi” o meglio “evasori fiscali”.

W l’Italia

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta
Paper

Linkiesta Paper Estate 2020