Mi consentoA. A. A. Cercasi traduttore per la sentenza del garante per la privacy sulle primarie

Ok, è finita che ha avuto ragione Renzi. Ma democristianamente. Ossia l’albo degli elettori per le primarie del centrosinistra ci sarà, ma non sarà pubblico. E un elettore non sarà obbligato, ovvia...

Ok, è finita che ha avuto ragione Renzi. Ma democristianamente. Ossia l’albo degli elettori per le primarie del centrosinistra ci sarà, ma non sarà pubblico. E un elettore non sarà obbligato, ovviamente, a concedere il consenso per la pubblicazione dei propri dati. Insomma un pasticcio che solo il Pd poteva inventarsi, come peraltro avevamo scritto. Ma questo è niente. Date un occhio a questa fantastica operazione verità del Foglio che pubblica la sentenza del garante per la privacy. Giustamente il giornalista Claudio Cerasa su Twitter la definisce scritta in cirillico. In realtà cirillico non rende l’idea. È il linguaggio della politica e della burocrazia. Incomprensibile per una persona normale. 

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta