Viva l’ItaliaAuto blu? La Polverini va a comprarci le scarpe

Cosa c’è di meglio che avere un auto blu e sfrecciare contromano, in pieno centro a Roma, per recarsi niente di meno che ad acquistare scarpe?Succede a Renata Polverini, beccata da una vespista r...

Cosa c’è di meglio che avere un auto blu e sfrecciare contromano, in pieno centro a Roma, per recarsi niente di meno che ad acquistare scarpe?

Succede a Renata Polverini, beccata da una vespista romana a cui va il merito di aver reso pubblica la vicenda. E i vigili urbani non hanno battuto ciglio o meglio l’hanno lasciata passare. Del resto l’urgenza di avere un paio di scarpe extra lusso è una questione vitale.

Ma non finisce qui la scorta era al seguito, non è chiaro se l’abbia utilizzata per chiedere un consiglio sulla bellezza del paio di scarpe o perché temeva di essere presa a colpi di tacco dalla commessa del negozio. Fatto sta che nella serata di ieri è arrivata una precisazione dalla Renatina nazionale :«La mia non è un auto blu bensì un mezzo adibito al servizio tutela con a bordo due agenti di polizia incaricati di garantire la mia sicurezza».

Pare abbia poi annunciato di aver chiesto al Prefetto la sospensione del servizio di scorta. Beh almeno non ha infranto il codice della strada, con agenti di polizia al seguito e con vigili urbani compiacenti a sua insaputa.

Ad ogni modo speriamo abbia fatto scorta di scarpe, tanto per esser sicuri del non ripetersi di un eventuale ridicolo bis.

W l’Italia

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta