Calcio in facciaBeati gli orfani

Assisto alla scena ormai ogni fine settimana. Otto giorni fa sabato pomeriggio papà  e figlio cammino fianco a fianco. Il ragazzo ha una tuta di una squadra di calcio locale e porta il borsone, il ...

Assisto alla scena ormai ogni fine settimana. Otto giorni fa sabato pomeriggio papà e figlio cammino fianco a fianco. Il ragazzo ha una tuta di una squadra di calcio locale e porta il borsone, il padre gli ripassa punto per punto la partita e gli spiega, con tono piuttosto arrabiato, tutti gli errori che ha commesso. La stessa scena la vedo stamattina all’ingresso di un centro sportivo locale, prima di assistere a una partita degli Allievi. Questa volta per fortuna il malcapitato minicalciatore risponde a tono al padre. A questo punto come non pensare a quel vecchio magazziniere del Vigevano Calcio che sospirava:”Ah ci vorrebbero squadre di orfani”.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta