VivaioLa Milano che vorremmo

Come dovrebbe essere la città dei nostri sogni? Stanchi di lamentarci e di criticare abbiamo deciso di provare a dare una risposta a questa domanda, immaginando cosa ci piacerebbe per la nostra cit...

Come dovrebbe essere la città dei nostri sogni? Stanchi di lamentarci e di criticare abbiamo deciso di provare a dare una risposta a questa domanda, immaginando cosa ci piacerebbe per la nostra città. Ecco perché è nato Vivaio: associazione no profit formata da trenta-quarantenni, provenienti da diversi settori, che hanno lo scopo di realizzare progetti per la città.

«Le finalità e lo scopo che l’Associazione Vivaio si propone», recita l’atto costitutivo, «è il miglioramento della città di Milano, con l’obiettivo di restituire a Milano il ruolo propulsore di progetti innovativi in ambito culturale, artistico e imprenditoriale, tramite la ricerca di eccellenze progettuali. L’associazione perseguirà i suoi scopi in una prospettiva saldamente radicata nel territorio milanese e nello stesso tempo profondamente attiva nella costruzione di un network nazionale ed internazionale». In breve, l’intento è quello di far tornare Milano ad essere un grande centro umanistico-rinascimentale, «vivaio» di progetti di rilevanza internazionale.

In queste settimane stiamo elaborando proposte sulla “Milano che vorremmo”: dal prossimo post presenteremo quelle che ci piacciono di più, invitando ognuno a esprimersi, a fornire indicazioni su come i progetti potrebbero venire realizzati e ad indicarne di nuovi.

Per chi vuole darsi da fare Vivaio si incontra i mercoledì sera. Per informazioni basta scrivere a: info@associazionevivaio.it
Per vedere chi fa parte del Vivaio: www.expop.org
Prossimo post: La Milano che vorremmo: proposta #1

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta