Laboratorio SiciliaSicilia, l’astensione record fa sognare Grillo

Per conoscere il risultato delle elezioni regionali siciliane si dovrà avere pazienza. Le urne si sono chiuse ieri sera alle 22, ma le operazioni di spoglio iniziano solo alle 8 del mattino. Così, ...

Per conoscere il risultato delle elezioni regionali siciliane si dovrà avere pazienza. Le urne si sono chiuse ieri sera alle 22, ma le operazioni di spoglio iniziano solo alle 8 del mattino. Così, al momento, nella notte, momento possiamo ragionare solo sul dato dell’affluenza. Quello definitivo è arrivato solo oltre la mezzanotte e parla chiaro: appena il 46,43% degli aventi diritto si è recato alle urne per eleggere il presidente della Regione.

Un dato in forte calo se raffrontato a quello delle precedenti regionali, per le quali si votò il 13 e il 14 aprile del 2008 in concomitanza con le  Politiche. In quell’occasione andarono a votare il 66,68% dei siciliani.

Il confronto omogeneo si potrebbe fare con le elezioni regionali del 2006. Anche allora si votò solo di domenica ma quella volta la percentuale dell’affluenza sfiorò il 60%.

Per ora i partiti non si sbilanciano, i candidati alla presidenza sono in silenzio stampa. A disposizione c’è solo un exit pool un po’ artigianale fornito dal sito palermoreport, dal quale emergerebbe, per la sola città di Palermo, un dato sorprendente: Giancarlo Cancelleri, candidato del Movimento Cinque Stelle, sarebbe al 27,46%, seguito da Nello Musumeci del centrodestra al 23,65%. Un dato che va preso con le pinze, ma fa comprendere il clima politico che si respira nell’isola.

All’exit pool di palermoreport risponde così su twitter il capogruppo all’Ars del Pid (Popolari di Italia Domani), Rudy Maira:«Ho letto adesso il vero Exit poll fatto dal più importante istituto. MUSUMECI IN NETTO VANTAGGIO DI 5 PUNTI SU MOVIMENTO CINQUESTELLE».

Oggi ne vedremo delle belle. Con un’affluenza così bassa è aperto ogni scenario, anche la vittoria di Beppe Grillo nella Sicilia dei Cuffaro e dei Lombardo.

Twitter: @GiuseppeFalci

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta